menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano Rifiuti 2014-2020, Vitali scrive al comitato 'Ambiente e Salute'

Il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, ha scritto al Comitato ‘Ambiente e Salute’, che riunisce comitati e associazioni ambientaliste del riminese

Il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, ha scritto al Comitato ‘Ambiente e Salute’, che riunisce comitati e associazioni ambientaliste del riminese. Il comitato sta sensibilizzando l’opinione pubblica e gli enti locali in merito a gestione rifiuti, inceneritore di Raibano e Nuovo Piano Rifiuti della regione 2014-2020. A tal proposito ‘Ambiente e Salute’, nei giorni scorsi ha inviato ad alcuni Comuni del territorio riminese, un documento unitario in cui si avanzano richieste e proposte operative agli amministratori locali. Tale documento è stato presentato al presidente Vitali lo scorso 27 marzo.

Scrive Vitali: "Facendo seguito all’incontro dello scorso 27 marzo e al Vostro documento condiviso ‘Per una politica ambientale sostenibile relativa alla gestione rifiuti’ nella provincia di Rimini, ritengo doveroso farmi carico per competenza, sottoponendole ai soggetti deputati per legge alla loro valutazione, di alcune richieste presenti nel succitato documento, ritenendole elementi importanti per la formazione di una opinione consapevole e informata intorno alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile".

"In particolare - aggiunge l'amministratore provinciale - sarà mia cura approfondire e inoltrare le istanze relative alla creazione di un Registro Tumori della provincia di Rimini per la conoscenza dello stato di salute della popolazione del Riminese con particolare riguardo agli abitanti e ai lavoratori dei paesi limitrofi all’inceneritore e all'affidamento a soggetti terzi, rispetto agli enti istituzionali preposti ordinariamente, dei rilievi e degli studi sulla georeferenzialità (in essere o futuri) indaganti l’impatto dell’inceneritore sull’ambiente".

Vitali sottolinea che approfondirà il "controllo certificato dei rifiuti speciali in ingresso all’inceneritore facilmente documentabile ai cittadini (anche in rete telematica); la stipula di accordi a beneficio fiscale con tutti i punti di vendita della grande distribuzione collocati sul territorio della provincia di Rimini per l’attivazione di iniziative concrete ed immediate per il riciclo di imballaggi e contenitori; e la demolizione della terza linea dormiente dell’inceneritore di Raibano".

Conclude comunicando "che queste e le altre sollecitazioni presenti nel Vostro documento, saranno inviate alla valutazione del Presidente del Consiglio provinciale e ai Presidenti dei Gruppi consiliari della Provincia di Rimini per essere analizzate e approfondite nelle sedi di commissioni dipartimentali e del Consiglio provinciale stesso".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento