Politica

Più tutele per i lavoratori autonomi: la legge in Aula in marzo

E' all'esame della commissione Lavoro della Camera e arriverà in Aula entro i primi di marzo il disegno di legge "Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato"

Più tutele per i lavoratori autonomi e smart working per i subordinati. E' all'esame della commissione Lavoro della Camera e arriverà in Aula entro i primi di marzo il disegno di legge "Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato", già approvato dal Senato. Ieri sono scaduti i termini per la presentazione degli emendamenti, riferisce il deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti, membro della commissione. “La legge si compone di due insiemi di norme complementari, volte, da un lato, ad introdurre un rafforzamento delle tutele sul piano economico e sociale per i lavoratori autonomi, con l'obiettivo di assicurare a tale vasta e articolata categoria una serie di garanzie sociali attese da tempo”.

Sono 70 gli emendamenti presentati dal Pd al testo. "Le proposte di correzione per quanto riguarda il lavoro autonomo – spiega Arlotti - riguardano la richiesta di cancellazione della parte che riguarda la deflazione del contenzioso giudiziario, materia già all'esame dei Ministeri competenti; l'estensione delle tutele relative agli ammortizzatori sociali anche ai professionisti non ordinisti; miglioramenti per le normative di maternità e di congedo parentale. Con gli emendamenti introdurremo tutele per chi resta senza lavoro, visto che dal 1 gennaio è terminata la possibilità di accedere alla disoccupazione per cococo e cocopro".

Dall'altro lato, la legge mira a sviluppare all'interno dei rapporti di lavoro subordinato modalità flessibili delle prestazioni lavorative, per promuovere la produttività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Per quanto riguarda il lavoro agile, (smart working) gli emendamenti del Pd prevedono il collegamento delle normative alla contrattazione collettiva.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più tutele per i lavoratori autonomi: la legge in Aula in marzo
RiminiToday è in caricamento