Pompignoli (Ln) chiede concorso Regione per neve in Valmarecchia

Oltre 158.000 euro per sgomberare il manto: una cifra importante per i piccoli Comuni montani

“Spero che la Regione, dopo le valutazioni di merito, partecipi, nella percentuale che riterrà opportuna, alle spese per lo sgombero della neve caduta copiosa nei comuni dell’Alta Valmarecchia tra il 16 e il 18 febbraio 2017. I costi infatti ammontano a oltre 158.000 euro, secondo le stime degli uffici tecnici: una cifra importante per i Comuni che hanno partecipato ai lavori di sgombero”. Questa la replica di Massimiliano Pompignoli (Lega nord) alla risposta data dall’assessore regionale Paola Gazzolo (Difesa del suolo, Ambiente e Protezione civile) a un’interrogazione a risposta immediata, dove il consigliere ha sollecitato la Giunta ad accogliere la richiesta avanzata dai Comuni di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello, nel riminese, di compartecipare economicamente alle spese sostenute per lo sgombero dei cumuli nevosi, alti anche oltre un metro, in occasione dell’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta in quell’area. E’ noto - evidenzia Pompignoli – che le piccole realtà locali, e in particolare i Comuni montani, versano in gravi difficoltà economiche, per cui queste spese eccezionali per l’emergenza e i costi successivi per il ripristino dei danni peseranno negativamente sui bilanci”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La quantità di neve caduta - evidenzia Gazzolo - non è paragonabile a nevicate di intensità tale da provocare gravi situazioni di pericolo o danni diffusi, come accaduto in anni precedenti, pur rendendo necessario l’intervento di volontari in appoggio alla circolazione, la chiusura delle scuole e l’impiego organizzato di mezzi spalaneve e quindi il riconoscimento di emergenza di carattere nazionale. I Comuni citati nell’interrogazione – segnala l’assessore – hanno rappresentato alla Regione le spese sostenute che, in parte significativa, fanno riferimento a un’attività ordinaria di spalatura neve che le singole amministrazioni devono garantire". "L’Unione dei Comuni della Valmarecchia - conclude l'assessore - ha comunicato l’entità della spesa complessiva di 158.439,62 euro, come citato dal consigliere: una fotografia a fronte della quale stiamo valutando la possibilità di un concorso finanziario regionale per situazioni di criticità puntuali e straordinarie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Ristorante riminese nel top restaurant di TripAdvisor

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento