Vigili del fuoco, il ministero promette i rinforzi per Rimini

Dei mille nuovi vigili del fuoco che dovranno essere assunti in tutta Italia, sono state autorizzate le prime 399 unità e in tale ambito potranno essere prese in considerazione le esigenze di riclassificazione del Comando di Rimini

"Dal confronto con i parametri di riferimento a livello nazionale per la sede centrale di Rimini si rileva un impegno mediamente superiore a quello dei corrispondenti Comandi. Il progetto di riordino dell'organizzazione centrale e territoriale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, che prevede un potenziamento degli organici dei Comandi provinciali corrispondente alle nuove esigenze del soccorso, riguarderà anche Rimini". Parola del sottosegretario agli interni Gianpiero Bocci, che martedì in I commissione Affari costituzionali della Camera ha risposto all'interrogazione presentata alla fine dello scorso anno per chiedere che al Comando dei vigili del fuoco della provincia di Rimini venissero assegnati finalmente una classificazione e un organico adeguati al territorio e al numero di interventi effettuati.

"Il ministero ha confermato nella sua risposta che per quanto riguarda l'adeguamento della dotazione organica, i potenziamenti di personale potranno essere considerati, anche in relazione alle seppur limitate assunzioni previste per il personale amministrativo - riferisce il parlamentare -. Dei mille nuovi vigili del fuoco che dovranno essere assunti in tutta Italia, sono state autorizzate le prime 399 unità e in tale ambito potranno essere prese in considerazione le esigenze di riclassificazione del Comando di Rimini. Auspico quindi che nella dotazione che verrà definita a livello nazionale venga confermata la previsione numerica comunicatami nell'incontro avuto a inizio anno con il capo nazionale dei Vigili del fuoco Alfio Pini, con l'incremento da 140 a 156 unità per la provincia di Rimini, da 52 a 58 capisquadra e da 20 a 22 ulteriori capireparto, portando le unità dalle attuali 212 a 236. A questo punto ritengo sia necessario stabilizzare definitivamente anche il distaccamento stagionale di Bellaria, importante per il presidio del territorio nord della provincia".

Il ministero ha risposto pure alle richieste di Arlotti sull'adeguamento del parco automezzi, ritenuto "adeguato sia qualitativamente che quantitativamente alle esigenze del Comando", ricordando che la Legge di stabilità 2014, garantire l'autonomia gestionale nella manutenzione degli immobili ha escluso anche per i vigili del fuoco il ricorso al sistema centralizzato gestito dall'agenzia del demanio. "Resta però la necessità di garantire la manutenzione per l'operatività dei mezzi - osserva il deputato -, come ho segnalato anche in una specifica lettera al comando nazionale".

Infine il tema della realizzazione del Polo di soccorso nella zona sud di Rimini, prevista presso il nuovo distaccamento di Cattolica. "Da parte del ministero si auspica la stipula, nell'anno in corso, di un'apposita convenzione tra Enti interessati - conclude Arlotti -, una volta che questi confermino la relativa disponibilità finanziaria. Ho già contattato il sindaco di Cattolica Piero Cecchini per imprimere un'accelerazione vista la disponibilità manifestata dal ministero".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento