Via libera agli investimenti per gli asili

La Giunta provinciale ha approvato le linee guida per attivare, sul territorio, l'intervento straordinario a sostegno della scuola dell'infanzia promosso dalla Regione Emilia Romagna

La Giunta provinciale ha approvato le linee guida per attivare, sul territorio, l’intervento straordinario a sostegno della scuola dell’infanzia promosso dalla Regione Emilia Romagna. “L’intervento nel nostro territorio – spiega l’Assessore Soldati – assume una rilevanza fondamentale poiché risponde ad esigenze educativo-didattiche ed ad un’idea di “qualità della scuola” da sempre riconosciute apprezzate e richieste dalle famiglie, dalle Scuole e dagli EELL”.

“Come già dichiarato dagli Assessori regionali Marzocchi e Bianchi con questo intervento non si intendere assolutamente svolgere funzioni di supplenza rispetto ai compiti dello Stato; tuttavia la Regione ha ritenuto di intervenire di fronte a una situazione molto seria delle liste d’attesa…”, ha affermato Soldati.

In provincia di Rimini verrà completato l’orario di 13 sezioni di scuola statale funzionanti ad orario ridotto. Sezioni che nascono da un grande senso di responsabilità delle Dirigenze scolastiche interessate, sostenute in questo anche dai Comuni, che hanno chiesto lo sdoppiamento di sezioni funzionanti ad orario normale per crearne ulteriori, seppur ad orario ridotto, ma che consentissero di assicurare l’assorbimento delle liste d’attesa che si erano venute a creare e che non avevano trovato risposta in sede di richiesta di organico docente agli uffici ministeriali competenti.

L’intervento dunque si realizza in un’ottica di sussidiarietà e cooperazione fra Stato, Regione ed Enti Locali, con tale azione ci si prefigge di garantire, seppur in una situazione economico-finanziaria caratterizzata da evidenti criticità, il mantenimento degli elevati standard qualitativi e “quantitativi” raggiunti dalla scuola dell’infanzia in provincia di Rimini e nell’intera regione.

Dopo un’attenta ricognizione dei fabbisogni realizzata dall’Assessorato provinciale alla Scuola in collaborazione con l’Ufficio scolastico territoriale di Rimini, le Scuole ed i Comuni si è giunti a concertare e condividere priorità e criteri di intervento che vedono un’azione di forte responsabilità del Territorio.

L’azione riguarderà 9 scuole dell’infanzia statali situate in diversi Comuni - dalla costa all’Alta Valmarecchia -(Bellaria, Casteldelci, Montegridolfo, Montescudo, Novafeltria, Rimini, San Giovanni in Marignano, San Leo e Sant’Agata Feltria), parte di queste già coinvolte nell’intervento lo scorso anno scolastico.

“A fronte dei continui tagli del Governo ancora una volta  la nostra Regione ha dimostrato che ci sono settori sui quali non si può affatto retrocedere anzi occorre rilanciare ed anche noi lo faremo poiché in questo crediamo profondamente, gli investimenti nella scuola, nel sapere sono  la più “grande” azione concreta che si può mettere in campo per la crescita di un paese, di una comunità, crescita non solo economica, ma anche culturale, morale e civile”, ha concluso Soldati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento