menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Gnassi, sindaco di Rimini, dubbioso sulla Provincia unica di Romagna

Andrea Gnassi, sindaco di Rimini, dubbioso sulla Provincia unica di Romagna

Il sindaco a Monti: "Provincia unica? Siamo integrati con San Marino"

Mario Monti arriva al Meeting di Rimini e il sindaco, Andrea Gnassi, coglie l'occasione per scrivergli a proposito di turismo e riassetto delle Province: "Noi confiniamo con uno stato estero e abbiamo una particolarità che va riconosciuta"

Mario Monti arriva al Meeting di Rimini e il sindaco, Andrea Gnassi, coglie l'occasione per scrivergli. Ed esortarlo affinchè "il turismo venga considerato un settore industriale almeno e concretamente al pari di altri, dalla metalmeccanica al tessile, al chimico". E poi a proposito di accorpamenti di Province e Comuni, Gnassi continua a battere il tasto della diversità riminese: "Lo Stato ci deve un'attenzione particolare".

"In un momento in cui l'Enit riavvia il proprio percorso ed appare necessaria una politica nazionale del turismo dalla quale dipendono le stesse performance della nostra bilancia dei pagamenti, noi rispondiamo 'presente'", scrive il sindaco nella lettera aperta al premier.

"Per noi - aggiunge Gnassi - federalismo non è una parola vuota e restiamo fortemente convinti che dopo il 'singolo' intervento di riordino delle Province debba arrivare un intervento legislativo di seria e profonda riforma in senso federalista dell'architettura dello Stato. E' la condizione che ci può permettere di mettere in campo le nostre energie e di risolvere anche contraddizioni, a partire dal rispetto del patto fiscale che deve legare i cittadini allo Stato, che oggi finisce invece per generare ingiustizie sociali difficilmente tollerabili. In questo senso lo stesso processo di riordino istituzionale contenuto nella 'Spending Review' reclama un'attenzione particolare dello Stato per la realtà, davvero particolare, del nostro territorio".


"Un territorio - spiega il sindaco di Rimini - che ospita milioni di cittadini pro-tempore ai quali corrispondere attenzione e servizi, un territorio che confina e per alcuni versi è integrato con uno Stato sovrano con le caratteristiche della Repubblica di San Marino, un territorio al contrario che con il singolo intervento di riordino delle Provincie rischia il grande paradosso di non poter contare sul ruolo di coordinamento della Prefettura e sulla presenza dei comandi provinciali delle Forze di polizia. Condannato pertanto ad essere sguarnito sul fronte di un diritto fondamentale per noi e nostri ospiti quale quello della sicurezza". "Il destino comune che ci lega - conclude - reclama anche una generosità nel rendere disponibile quello che sappiamo fare meglio al servizio del Paese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento