rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Politica

Provincia unica, Vitali al vetriolo contro la richiesta di Forlì-Cesena

Un ordine del giorno richiesto quasi all'unanimità dai gruppi consiliari della Provincia per chiedere che Forlì-Cesena sia il capoluogo della Provincia Romagna

Un ordine del giorno richiesto quasi all'unanimità dai gruppi consiliari della Provincia per chiedere che Forlì-Cesena sia il capoluogo della Provincia Romagna, in base al criterio della maggior popolazione residente. Il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, sentito da Riminitoday, va giù pesante, ma inizia con una battuta al vetriolo: “Già è una notizia che Forlì e Cesena vadano d'accordo. Questa richiesta certamente non aiuta il dialogo che si era aperto e abbassa notevolmente il livello della discussione sulla Provincia unica”.

“In ballo ci sono cose molto più serie, in primis tutta la riorganizzazione dei servizi, compresi quelli sanitari. In questo caso, o la classe dirigente si mette al lavoro sul serio, o con questi campanilismi, facciamo il gioco di chi ci vuole morti – bacchetta Vitali – tra presidenti fino ad ora ci siamo intesi. Il nostro consiglio non si sarebbe mai sognato di presentare un ordine del giorno di questo tipo, bisogna lavorare sui servizi”. Vitali se la prende con la classe dirigente politica.

Si tratta di una richiesta fuori da ogni logica, considerando la situazione di crisi nella quale viviamo – accusa il presidente riminese – in ballo c'è molto di più di un presidente della Provincia, il governo sta tagliando la carne viva. Chiedo per favore a tutti gli attori dell'area vasta di alzare davvero il livello della discussione, nessuno ci ha chiesto di candidarci come capoluoghi. I segretari di partito – conclude Vitali con ultima stoccata – non pensino solo alle primarie, ma a fare la loro parte nel percorso verso la Provincia unica”.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia unica, Vitali al vetriolo contro la richiesta di Forlì-Cesena

RiminiToday è in caricamento