Ragazzo in overdose al Music Inside Festival, interviene Raffaella Sensoli

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle: "Siamo riusciti ad evitare l’ennesima tragedia dello sballo solo grazie al pronto intervento dei medici"

Episodi come quelli che si sono verificati l’altro giorno a Rimini, con un giovane finito in overdose, sono la conferma che serve un piano per elaborare delle misure di prevenzione realmente efficaci. Da ormai due anni è ferma in Regione una nostra risoluzione che chiede di lavorare assieme alle imprese del settore e alle istituzioni per introdurre misure di prevenzione e di supporto, come gli spazi drop in o stanze di decompressione. Se è sbagliato associare il divertimento, legittimo e positivo, con rischi mortali e gravissimi, lo è altrettanto anche continuare a far finta di niente lasciando che episodi come quello di Rimini si ripetano ciclicamente e all’infinito”. È questo il commento di Raffaella Sensoli, consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle, sul caso del giovane finito in ospedale in overdose dopo aver trascorso la notte al party del Music Inside Festival alla Fiera di Rimini. “Siamo riusciti ad evitare l’ennesima tragedia dello sballo solo grazie al pronto intervento dei medici – spiega Raffaella Sensoli - Non è la prima volta purtroppo e non succede solo in Romagna. Questa vicenda ripropone con forza l’esigenza di affrontare problemi diversi. Innanzitutto quello della prevenzione di comportamenti rischiosissimi per i giovani. Da due anni è ferma in Regione la nostra richiesta di lavorare assieme alle imprese del settore ed alle istituzioni per introdurre misure di prevenzione e di supporto, come gli spazi drop in o stanze di decompressione. Con la stessa proposta chiedevamo anche un’articolazione territoriale delle forze dell’ordine adeguata ai bisogni di una realtà come quella romagnola. Ma tutto è fermo: anzi, andiamo indietro. Crescono le difficoltà con cui operano le forze dell’ordine mentre siamo addirittura incapaci di controllare cosa viene incentivato con risorse pubbliche, come dimostra la vicenda messa in luce proprio da noi sulla possibilità di partecipare a feste alcoliche con il bonus per i diciottenni. Bisogna assolutamente cercare di trovare delle soluzioni alternative. Per questo – conclude Raffaella Sensoli - chiederò la trattazione urgente delle nostre proposte per assicurare dei veri strumenti di prevenzione, controllo e sanzione, e per sostenere il libero, sano e consapevole divertimento, contrastando lo spaccio e l’abuso di alcool”.

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento