Rai al buio, Arlotti scrive all’Agcom: "Ripristinare la qualità del segnale"

Il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti ha scritto ad Angelo Marcello Cardani, presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, per chiedere di intervenire sui disservizi del segnale digitale Rai nel riminese

Dopo aver interrogato il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato e dopo gli interventi tenuti alla Camera, il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti ha scritto ad Angelo Marcello Cardani, presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, per chiedere di intervenire sui disservizi del segnale digitale Rai nel riminese. Fra le competenze dell’Agcom vi sono infatti la tutela degli utenti attraverso la vigilanza sulla qualità e sulle modalità di distribuzione dei servizi e dei prodotti; la risoluzione delle controversie tra operatori e utenti; la disciplina del servizio universale e la predisposizione di norme a salvaguardia delle categorie disagiate.

Arlotti ricorda che "già nel maggio scorso avevo presentato un'interrogazione rivolta al ministro dello Sviluppo economico, Flavio Zanonato, - con ulteriore sollecito in luglio e ad oggi senza risposta – per chiedere di ripristinare al più presto la qualità del segnale del digitale terrestre su tutto il territorio della provincia di Rimini e di garantire così il servizio pubblico televisivo Rai, nonché per domandare eventuali interventi riparatori a tutela degli utenti. Dal 27 novembre al 2 dicembre 2010 nella regione Emilia-Romagna è stato infatti realizzato il passaggio della trasmissione dei canali televisivi dal segnale analogico a quello digitale terrestre. Per sostenere questo complicato passaggio lo Stato ha investito oltre 220 milioni di euro a cui si aggiungono risorse destinate dalle singole regioni".

"A tutt'oggi continuano ad essere numerose e diffuse le proteste di tanti cittadini che lamentano disservizi e una cattiva ricezione dei segnali televisivi, segnalando al numero verde messo a disposizione del Ministero dello sviluppo economico la difficile ricezione del segnale anche da zone in cui il passaggio al digitale è avvenuto da anni - prosegue il parlamentare democratico -. In particolare, tuttora si segnalano in provincia di Rimini disfunzioni di diversa natura, spesso legate a specifiche condizioni meteorologiche".

"Come conseguenza, si verificano la mancata ricezione di alcune emittenti e la perdita di segnale - illustra Arlotti -. Questo comporta la scomparsa periodica della ricezione dei canali televisivi Rai, che saltano temporaneamente e in alcuni casi definitivamente. Tale situazione determina un grave disagio per i cittadini che non possono usufruire del servizio pubblico radiotelevisivo, restando comunque tenuti a pagare il canone Rai, ed in particolare per la popolazione anziana che fa dell'uso della televisione anche per motivi di svago ed evasione. Il disagio si riflette tra l'altro anche sulle migliaia di turisti che trascorrono le vacanze nella nostra riviera e che non possono usufruire del servizio pubblico radiotelevisivo".

"Dalla presentazione dell'interrogazione parlamentare non si sono avuti nel frattempo sviluppi positivi per gli utenti, e interi quadranti della provincia di Rimini restano dunque privati della visione dei canali del servizio pubblico Rai, causa pessimo o del tutto assente segnale televisivo - conclude il deputato democratico -. Il problema è stato più volte segnalato da utenti, comitati, Associazioni dei Consumatori ed enti locali, ricevendo dalla Rai rassicurazioni su interventi di miglioramento della ricezione che, almeno per ora, non hanno prodotto risultati. Mi trovo pertanto costretto a rivolgermi all'Autorità da lei presieduta affinché vengano assunte tutte le iniziative necessarie al fine di assicurare il più rapido ripristino delle opportune condizioni qualitative del segnale televisivo in tecnica digitale su tutto il territorio riminese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento