Politica

Regione, prima assemblea legislativa. Sensoli (M5S): "Solita prassi nelle scelte"

Afferma Sensoli: "La vecchia politica ha adoperato la consueta prassi nelle scelte e i risultati si sono visti. Come Presidente dell’Assemblea è stata scelta Simonetta Saliera"

Lunedì si è aperta ufficialmente la nuova legislatura del Consiglio Regionale dell’Emilia Romagna. "Noi del Movimento abbiamo provato a sederci senza pregiudizi su quei banchi e a farci carico della responsabilità che le 167.000 preferenze, dalle cabine elettorali, ci hanno affidato - esordisce Raffaella Sensoli, consigliera regionale pentastellata -.  Purtroppo devo, dobbiamo, constatare che il messaggio dell’astensionismo non è stato minimamente recepito dalla solita politica e lo si evince chiaramente dalla distribuzione del ruoli. Nella prima seduta, infatti, si decideva, oltre alla Presidenza dell’Assemblea, la composizione dell’Ufficio di Presidenza. Erano in votazione due vicepresidenze, due segretari e due questori".

"Il Movimento 5 Stelle non ambiva a Presidenza e vicepresidenze, astenendosi per coerenza da tali votazioni, ma ad un ruolo di garanzia come quello di segretario o questore, poltrona la cui l’indennità aggiuntiva sarebbe stata restituita secondo le solite modalità del M5S - continua Sensoli -. Purtroppo però la vecchia politica ha adoperato la consueta prassi nelle scelte e i risultati si sono visti. Come Presidente dell’Assemblea è stata scelta Simonetta Saliera, la ex vice di Errani, giusto per specificare l’inesistente soluzione di continuità con la precedente esperienza, che ben sappiamo come è finita".

"Il resto delle posizioni dell’Ufficio Presidenza è stato spartito tra Lega, Pd ed è addirittura saltato fuori un posticino per Foti, il rappresentante di Fratelli d'Italia - continua Sensoli -; come dire, se un partito che ha totalizzato il 2% al voto Regionale ha più spazio della seconda forza di Minoranza evidentemente  le valutazioni sono espresse in base a criteri che non conosciamo, ma che, evidentemente, nulla hanno a che fare con le preferenze. Puro stile Pd. Noi però non demordiamo. E’ sempre bastato anche  un solo Consigliere del Movimento per far cadere gli altarini di chi ignora la preferenza popolare. Questa volta siamo in cinque e la solita, pessima, politica ormai la conosciamo bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, prima assemblea legislativa. Sensoli (M5S): "Solita prassi nelle scelte"

RiminiToday è in caricamento