Regione, via libera alla proposta del Pd: stop aumento canoni demaniali su darsene turistiche

Rossi: “Dopo Finanziaria 2007 a Rimini il canone è passato da 80mila euro a 340mila euro. Dopo anni di contenziosi, occorre rivedere la legge per evitare il degrado di quelle aree”

L’aumento dei canoni demaniali marittimi da applicare a darsene e porti turistici, disposto dalla legge finanziaria del 2007, è al centro della risoluzione dei consiglieri del Partito democratico, prima firmataria Nadia Rossi, approvata oggi dalla commissione Politiche economiche, presieduta da Luciana Serri, grazie al voto favorevole di Pd e Silvia Prodi (Misto). "A Rimini, – ha riportato Nadia Rossi illustrando l’atto d’indirizzo – dopo l’entrata in vigore della Finanziaria del 2007 il canone annuo applicato sulla darsena turistica è più che quadruplicato, passando da circa 80mila euro a oltre 340mila. Il Comune di Rimini si è attivato immediatamente nei confronti dell’Agenzia del demanio e dell’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) affinché promuovessero una revisione della normativa. Da allora si è generato un corposo e complesso contenzioso giuridico-legale, sollevato dai concessionari delle aree in questione avverso i canoni maggiorati applicati dai Comuni, che è ancora in attesa di soluzione. L’aumento dei canoni rischia di mettere in ginocchio un settore, quello della nautica da diporto, già colpito dalla crisi, trasformando le darsene e i porti turistici in luoghi di degrado”. Il problema dei canoni demaniali marittimi da applicare a porti turistici, darsene e marine – ha concluso l’esponente del Pd – fa parte della più ampia questione del riordino e della revisione delle concessioni demaniali marittime e dei rispettivi canoni che il legislatore statale sta rinviando da tempo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di qui la richiesta alla Giunta “di sollecitare, anche interessando i parlamentari eletti in Emilia-Romagna, la soluzione legislativa della questione dei canoni demaniali da applicare a darsene e porti turistici, escludendo dall’aumento le concessioni relative alle strutture destinate alla nautica da diporto che abbiano ricevuto l’autorizzazione prima della Finanziaria del 2007”. La risoluzione è sottoscritta anche da Barbara Lori, Luca Sabattini, Stefano Caliandro, Antonio Mumolo, Paolo Zoffoli, Giorgio Pruccoli, Francesca Marchetti, Roberto Poli, Marcella Zappaterra, Lia Montalti, Paolo Calvano, Gianni Bessi, Luciana Serri, Manuela Rontini e Mirco Bagnari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento