Politica

Rendiconto 2017, pressione fiscale in calo: Rimini al top per versamenti Imu hotel

L'assessore al Bilancio, Gian Luca Brasini ha presentato martedì mattina in commissione il rendiconto di gestione del budget 2017 e la variazione al bilancio pluriennale, che incassano 16 voti favorevoli e 11 contrari

 Pressione fiscale in costante calo a Rimini negli ultimi cinque anni, dai 374 euro pro-capite del 2012, ai 300 del 2017. Stesso trend per il debito, che a giugno di quest'anno dovrebbe scendere sotto quota 100 milioni. Il tutto con un avanzo "chirurgico" nel 2017 di poco meno di 140.000 euro. L'assessore al Bilancio, Gian Luca Brasini ha presentato martedì mattina in commissione il rendiconto di gestione del budget 2017 e la variazione al bilancio pluriennale, che incassano 16 voti favorevoli e 11 contrari. Anche se il capogruppo di Patto civico, Mario Erbetta, annuncia il voto di astensione sulla prima delibera: "A noi non piacciono le tasse", spiega, ricordando il 'si'' a quella sui passi carrai e alla Tari "per responsabilita'".

Tuttavia "ora e' necessario un cambio di regime, la pressione fiscale sui riminesi aumentera' notevolmente e non deve accadere piu'". Da qui l'astensione come "incentivo all'Amministrazione a lavorare". Al momento pero' di votare in commissione Erbetta non e' in Aula e il collega di lista Mirco Muratori vota a favore. Per quanto riguarda l'avanzo, entra nel dettaglio delle delibere Brasini, il risultato di amministrazione nel 2017 e' di 62 milioni di euro. Oltre 46 vanno nei fondi crediti di dubbia esigibilita' e sentenze, cosi' si scende a 16, di cui 12,8 vincolati essendo legati a contributi di terzi, ministero dei Beni culturali e Galvanina. Dunque ancora piu' giu' a 3,3 milioni, con il "vero" avanzo, combinato tra parte corrente e parte in conto capitale di appunto 139.400 euro. Come entrate straordinarie l'assessore segnala i 13 milioni di euro da Eni per l'Imu delle piattaforme, di cui 6,7 incassati, mentre mancano all'appello le sanzioni per gli interessi. E i 3,2 di canone delle reti gas. Oltre alla "fortissima" attivita' di recupero dell'evasione, la spesa corrente, prosegue Brasini, ammonta a 159 milioni di euro, con 37 di Tari, mentre la quota Imu versata allo Stato e' scesa da 181 a 148 euro pro-capite. Ed essendo legata alle strutture ricettive Rimini e' prima in Italia. Ancora: ammonta a sette milioni di euro l'imposta di soggiorno, e in questo caso e' quarta in Italia.

E senza esenzioni salirebbe di ulteriori 1,5 milioni. Nota dolente dall'addizionale Irpef, quattro milioni di euro: "Rimini e' il Comune che cuba di meno sia per le politiche agevolative che per l'evasione". L'aliquota e' la piu' bassa e la fascia di esenzione e' fino a 17.000 euro. In calo di 3,1 milioni di euro anche gli incassi da mute, "per noi un dato positivo". Tra i centri di spesa: 41,6 milioni di euro vanno per il personale, con i dirigenti passati da 40 a 20 e un turn over mirato; in aumento anche la spesa per l'acquisto di beni e servizi, in particoalre per i due milioni di euro per gli alloggi Acer e maggiori spese per strade, scuole, welfare e attivita' di riscossione. L'illuminazione pubblica, efficientata, costa quattro milioni di euro, in calo di circa 160.000 euro con 2,5 milioni di investimento da parte di Enelsole. Infine il debito ridotto a 101 milioni, con altri quattro o cinque in meno a giugno. Sul fronte della variazione di bilancio, e' necessaria per fare partire alcuni progetti tra cargo bike, cooperazione internazionale, autonomia abitativa delle donne che hanno suito violenza. Dai banchi dell'opposione Gennaro Mauro di Movimento per la sovranita' sottolinea che sia "una selta politica" non ricorrerere all'indebitamento, e solo a finanziamenti statali, ma cosi' alcuni interventi vengono rimandati. Matteo Zoccarato della Lega Nord chiede conto di dove finiscano i 200.000 euro sottratti a cimiteri e strade; mentre Nicola Marcello di Forza Italia vorrebbe un Consiglio comunale tematico sulle partecipate. Tra le file della maggioranza Luca Pasini di Futura torna sul tema dei bandi per i servizi ai cittadini. (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rendiconto 2017, pressione fiscale in calo: Rimini al top per versamenti Imu hotel

RiminiToday è in caricamento