menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Renzi (FdI) contro "le bottiglie o il bicchiere in mano": proposto un nuovo regolamento urbano

Il consigliere comunale di FdI, Gioenzo Renzi, ha proposto in occasione del consiglio comunale riunitosi giovedì di adeguare il Regolamento di Polizia Urbana

Il consigliere comunale di FdI, Gioenzo Renzi, ha proposto in occasione del consiglio comunale riunitosi giovedì di adeguare il Regolamento di Polizia Urbana "difronte al consumo, sempre più diffuso, di bevande alcoliche sul suolo pubblico di vie, marciapiedi, piazze, somministrate dagli esercizi pubblici (bar) o vendute dai mini market, nel centro storico e nei viali della Marina".

"Queste occupazioni del suolo pubblico da parte di persone con ”le bottiglie o il bicchiere in mano” alimentano una immagine diseducativa, il degrado urbano, creano disagio ai cittadini, causano problemi di ordine pubblico e sicurezza, danneggiamenti e imbrattamenti del patrimonio privato e pubblico, l’abbandono per terra dei contenitori di vetro, latta o plastica - attacca Renzi -. Mentre accade tutto ciò, il Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Rimini all’art. 3 vieta di “assumere bevande con contenuto alcolico superiore a ventuno gradi alcolici effettuata in luogo pubblico”. L’attuale Regolamento, pertanto, si limita a vietare solo il consumo  dei superalcolici (oltre i 21 gradi ) sul suolo pubblico, consentendo le altre bevande alcoliche". 

"Invece, l’amministrazione Ccomunale dovrebbe saperlo, il divieto di consumo delle bevande alcoliche di qualsiasi gradazione sul suolo pubblico è la “Regola” nei Paesi del Nord Europa ed è sempre più adottato nelle città italiane a cominciare dall’Emilia Romagna (esempio Modena, Reggio Emilia) - continua -. Per questo ho proposto di modificare il nostro Regolamento di Polizia Urbana con due emendamenti".

Il primo, viene spiegato, quello del divieto di "consumare bevande di qualsiasi gradazione alcolica sul suolo pubblico, se non nelle pertinenze di bar, locali, luoghi di somministrazione, o aree pubbliche autorizzate da parte della amministrazione comunale (sanzioni da euro 100 a euro 600). Il secondo "in deroga, il consumo di bevande alcoliche sul suolo pubblico potrà essere autorizzato solo in occasione di iniziative e manifestazioni particolari di interesse collettivo, individuate dalla Giunta Comunale, sempre nel rispetto della vivibilità degli spazi pubblici e del consumo responsabile. Al di là del permissivismo e del proibizionismo sotto o sopra i 21 gradi".                                           
                       

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Amigurumi, l'unicinetto che decora la casa

social

Zuppa inglese: origini, 2 ricette e varianti golose

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento