Riccione, bilancio comunale: c’è la firma anche di Cgil, Cisl e Uil

C’è anche la firma delle Organizzazioni sindacali Cgil Cisl e Uil sul Bilancio d’esercizio del Comune di Riccione per l’anno 2013, recentemente approvato dal Consiglio comunale

C’è anche la firma delle Organizzazioni sindacali Cgil Cisl e Uil sul Bilancio d’esercizio del Comune di Riccione per l’anno 2013, recentemente approvato dal Consiglio comunale. E’ stato infatti sottoscritto giovedì il protocollo d’intesa tra l’Amministrazione comunale, rappresentata dall’Assessore al bilancio Ilia Varo, e i rappresentanti delle tre organizzazioni, sui criteri che hanno condotto all’approvazione del bilancio comunale di Riccione, uno dei primi nella provincia di Rimini e nella stessa regione Emilia-Romagna.

Il documento che sancisce l’accordo reca dunque la firma di Graziano Urbinati, Segretario generale Cgil Rimini, Nuccia Ugolati responsabile Spi-Cgil Riccione, Massimo Fossati, Segretario generale Cisl Romagna, Giuseppina Morolli, Segretario generale Csp-Uil Rimini e Antonello Cimatti Segretario Uil Pensionati Rimini.

“L’essere considerati una pietra di paragone, come leggiamo sui documenti dei Sindacati – è il commento dell’Assessore Ilia Varo – ci riempie di orgoglio. Considero la firma di questo accordo come la certificazione di un bilancio che è frutto di un percorso di relazione, sia con le categorie economiche che con le parti sociali. E’ un bilancio vicino ai cittadini e attento alle necessità delle piccole imprese e degli artigiani. Ed è, credo la miglior risposta possibile in tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo, sia nelle scelte sull’applicazione dell’IMU, che nell’aver dimezzato l’aliquota Irpef, portata dall’0,2 allo 0,1 per mille, caso più unico che raro".

"Il metodo della relazione e di un percorso condiviso con tutti gli attori economici e sociali è quello che seguiremo anche sull’applicazione della Tares (la trasformazione della Tarsu, l’imposta sui rifiuti solidi urbani, ndr). Avremo il primo incontro con le categorie economiche e i sindacati il prossimo venerdì 7 giugno. Anche in questo caso, la base del confronto sarà l’equità, la salvaguardia delle posizioni più deboli, l’attenzione a non creare sperequazioni tra le categorie economiche.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento