Carlo Conti: "La nostra sarà un'amministrazione comunale pro impresa"

Proseguono gli incontri nei quartieri della città del candidato a sindaco per il Patto Civico di Riccione

Sempre tanta gente agli incontri “Un caffè con Carlo Conti” organizzati dal candidato sindaco per Patto Civico Riccione, in vari locali per incontrare i cittadini, presentare il programma e affrontare insieme argomenti specifici che stanno a cuore ai riccionesi. “Tra i punti del programma che stanno riscuotendo maggiore consenso c’è quello relativo alla nostre idee sulle imprese e sul rapporto che deve avere la pubblica amministrazione nei confronti dell’imprenditore”. afferma Carlo Conti, che prosegue  “Un rapporto che va completamente ribaltato. E’ la pubblica amministrazione che deve mettersi a disposizione del cittadino; è la pubblica amministrazione che deve favorire e affiancare chi vuole fare impresa; è sempre la pubblica amministrazione che deve passare dal ‘non si può fare al si può fare’”.

Insomma una vera e propria amministrazione pro impresa, in cui gli imprenditori, i professionisti, i talenti che si esprimono nel lavoro pubblico e privato sono valorizzati come risorsa fondamentale di Riccione. “Chi progetta e investe non può essere considerato uno speculatore. Al contrario, un benefattore che offre opportunità di lavoro, che rende più ricca la città. Purtroppo negli ultimi anni la macchina comunale ha frenato tutto, con la terribile conseguenza di tante, troppe attività che hanno chiuso i battenti: dal mondo della notte, al turismo e al commercio. E’ stato esercitato il potere del non si può fare a 360 gradi.”

Non c'è confronto di idee, un progetto, una visione. La politica è solo veti, divisioni, esercizio arrogante del potere. “E’ per questo che noi vogliamo che si instauri un rapporto virtuoso tra chi vuole fare impresa e la pubblica amministrazione e questo si realizzerà concretamente attraverso l’istituzione della figura dell’assessore all’impresa, capace di affiancare chi intende aprire un’attività, una partita IVA, fare modifiche all’interno della propria azienda”

Chi vorrà investire avrà un tutor che lo accompagnerà dentro i percorsi amministrativi con un tempo stabilito per dare ogni risposta. Scaduto il tempo dovrà rispondere al Sindaco o all'Assessore. In pratica, sarà ribaltato il rapporto fra pubblico e privato. Oggi è solo il soggetto privato che deve dar conto al pubblico dei suoi comportamenti, “Con noi anche l'Amministrazione dovrà dare risposte motivate in tempi certi” conclude Conti .I prossimi appuntamenti di Carlo per “Un caffè con Carlo Conti” si terranno martedì 2 maggio alle 8.30 al Pier Caffè e dalle 20.30 “Al solito posto”; giovedì 4 maggio alle 8.30 al Bar Angelini; venerdì 5 maggio alle 8.30 al Bar Centrale e dalle 18.30 al Caffè del Porto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento