menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione festeggia la Liberazione, "Non mettiamo la testa sotto la sabbia"

Riccione ha celebrato il 68 esimo anniversario della Liberaziane dall'occupazione nazi-fascista. Una folla numerose di cittadini ha partecipato alla posa delle corone di alloro alla memoria dei caduti

Riccione ha celebrato il 68 esimo anniversario della Liberaziane dall'occupazione nazi-fascista. Una folla numerose di cittadini ha partecipato alla posa delle corone di alloro alla memoria dei caduti di tutte le guerre al cippo dei Giardini del Municipio e al monumento al carabiniere Salvo D'Acquisto. Da qui, il corteo, preceduto dalla Banda Cittá di Riccione, dal Sindaco Massimo Pironi e dalle Autoritá militari, scolastiche, combattentistiche e d'arma, ha poi raggiunto piazza Matteotti.

"La nostra linea di resistenza oggi - ha ricordato il Sindaco Pironi nel suo saluto a tutti i partecipanti- deve essere quella della difesa della legalitá. Nelle situazioni di crisi, quando la redditività delle imprese turistiche diminuisce, e l'accesso al credito bancario si fa più difficile, è forte la tentazione di aprire le porte a personaggi e capitali nuovi, che spuntano come dal nulla. Una liquiditá abbondante ma proprio per questo sospetta, dietro cui è facile intravvedere interessi poco limpidi. La Romagna, Rimini e Riccione, non sono indenni dal rischio di pericolose infiltrazioni della criminalitá organizzata nel tessuto economico e imprenditoriale. I segnali che arrivano dalle istituzioni, dalla Prefettura, dai vertici della Magistratura sono preoccupanti. Non dobbiamo mettere la testa sotto la sabbia, e fingere che vada tutto bene. Deve essere  questa la nostra linea di resistenza. Prendere atto del problema e resistere, che qui significa tenere alta la soglia della vigilanza contro ogni tentativo di infiltrazione malavitosa."

La figura del partigiano Nazzareno Trappoli, il Comandante Emilio, giá Presidente dell'ANPI riccionese, è stata ricordata dal figlio Danilo, recentemenete subentrato al padre nella guida dell'Associazione. Alla voce dell'attore Giovanni Ferma, della Compagnia Fratelli Di Taglia è stata affidata la lettura di alcune poesie di Salvatore Quasimodo ("Alle fronde dei salici") e di Renzo Nanni ("Resistenza"). Esposti nella piazza i pannelli della mostra prodotta dai ragazzi del Liceo Scientifico Volta-Fellini in occasione della Giornata della Legalitá.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento