Riccione: fondo accessorio 2016, incontro tra Comune e RSU

La proposta di ripartizione del fondo prevede, dopo anni di scatti bloccati,la progressione economica orizzontale individuata in base a specifici criteri meritocratici concentrati ai primi livelli.

In occasione di un primo preliminare incontro con le Rappresentanti Sindacali Unitarie, l’Amministrazione Comunale ha presentato la proposta di ripartizione del fondo accessorio per il 2016.
La scelta individuata, coerentemente all’impegno di perseguimento di una politica di rigore con tasse invariate e il mantenimento dello stesso livello di servizi, sarà quella di procedere ad un taglio complessivo di circa 130mila euro di risorse aggiuntive rispetto al 2015.
 
La redistribuzione del fondo, con particolare riferimento alle risorse aggiuntive previste dal Contratto Collettivo Nazionale di lavoro che verranno diminuite nell’anno in corso, prevede un aumento delle risorse stanziate alle posizioni organizzative, figure intermedie tra i dirigenti e i funzionari, alle quali negli anni precedenti a questa amministrazione, non sono mai stati apportati miglioramenti retributivi. Si tratta di un’indicazione chiara e precisa che, se da una lato diminuisce le risorse aggiuntive, in linea con un’azione politica di lotta agli sprechi e contenimento della spesa, dall’altra intende dare maggiore riconoscimenti e valorizzazione a chi ricopre posizioni di responsabilità e raggiunge obiettivi di lavoro precisi.
Una misura già adottata anche da altri comuni del territorio provinciale che attribuisce una più giusta collocazione alle figure intermedie.
 
La proposta di ripartizione del fondo prevede inoltre, dopo anni di scatti bloccati,la progressione economica orizzontale individuata in base a specifici criteri meritocratici concentrati ai primi livelli.
 
“L’impegno dell’Amministrazione Comunale - sottolinea il sindaco Renata Tosi - va nella direzione di perseguire il miglioramento della produttività collettiva, qualificare e dare riconoscimenti ai progetti ritenuti più validi senza incrementi repentini che in passato hanno invece caratterizzato lo stanziamento delle risorse accessorie in coincidenza delle tornate elettorali. Basti pensare che nel 2008 vennero stanziati 230mila euro in più rispetto all’anno precedente o, al contrario nel 2014, altro appuntamento elettorale, si tagliò il fondo di soli 1400 euro. Premiare il merito attraverso un’adeguata differenziazione degli incentivi economici e mantenere la barra dritta nella costante volontà di fare lavorare in maniera sempre efficace la macchina comunale sono gli obiettivi principali da perseguire a partire da adesso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento