rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Politica Riccione

Il day after di Daniela Angelini: "Basta clima di rancore, ripartiamo da ascolto, dialogo e confronto"

Le parole di Daniela Angelini da neo sindaca di Riccione: "Quanto di buono fatto in questi anni verrà portato avanti, ma sarà più inclusivo, più condiviso e più giusto"

Prime ore da neo sindaca di Riccione per Daniela Angelini. Lo aveva sperato, ma non era scontato. Di vincere al primo turno, senza dover ricorrere al ballottaggio. Proprio in esclusiva a RiminiToday Daniela Angelini aveva negli scorsi giorni raccontato “di sentire grande fiducia da parte della città”. Non si sbagliava. Anche se per poco ha varcato la soglia del 50%. "Prima ancora di ringraziare le elettrici e gli elettori che mi hanno votata e la coalizione che mi ha scelto e sostenuta, vorrei dare una rassicurazione a chi non mi ha votata: il futuro di Riccione riparte da ascolto, dialogo, confronto”, sono le parole del giorno dopo.

“Quanto di buono fatto in questi anni verrà portato avanti, ma sarà più inclusivo, più condiviso e più giusto. Riccione è di tutti – sono le dichiarazioni del giorno dopo -. Voglio ringraziare Stefania Sinicropi, Stefano Caldari e Claudio Cecchetto, per aver corso questa bella sfida democratica con me. E, davvero, un grazie particolare a chi mi ha votata per avermi regalato una nuova, meravigliosa avventura. Grazie alle sei liste della coalizione per avermi sostenuta - 2030 Riccione, Uniamo Riccione, Lista Civica Riccione Col Cuore, M5S Riccione 2050, Pd Riccione e Riccione Coraggiosa -, perché senza anche solo una di loro non avremmo vinto".

ELEZIONI - La Perla Verde torna a essere governata dal centrosinistra

L'ANALISI - Rimini e Riccione ora sono chiamate a fare sistema

“Un primo verdetto evidente: nonostante gli 8 anni di governo, le risorse investite, i colpi bassi, un clima a dir poco avvilente per prevaricazione e perfino violenza, questa amministrazione è stata bocciata dai riccionesi. Ora sarà minoranza, ed è stato sancito al primo turno. Evidentemente c’è voglia di lasciarsi alle spalle una troppo lunga stagione di rancore, per tornare al dialogo, alla partecipazione, a una comunità che affronta i problemi assieme”, aggiunge Angelini.

“In questi anni, e durante tutta la campagna elettorale, è emerso chiaro il messaggio della nostra comunità: basta divisioni, investiamo nel valore della comunità e della partecipazione, che sono gli elementi principali che hanno fatto grande Riccione nel corso della sua storia – conclude Angelini -. La sicurezza, il lavoro e l’impresa, la salute, l’ambiente, la scuola, la mobilità sono i campi dell’amministrazione e della vita che saranno in cima a ogni pensiero. La sicurezza, intesa come tutela degli spazi e dei luoghi della città, attraverso una presenza capillare di forze dell’ordine e presidi, il lavoro e l’impresa, da sostenere e agevolare presentando una macchina comunale, capace con la sua riorganizzazione e le nuove tecnologie di dare risposte veloci e certe; l’ambiente con l’azzeramento del consumo di suolo e la sostenibilità come metodo di lavoro che attraversa ogni settore dell’amministrazione; la sanità che sarà di prossimità, con i servizi diffusi su tutto il territorio; la scuola, facendo dei nuovi plessi dei luoghi aperti, punti di attrazione di una socialità e di relazioni diffuse in tutto il territorio, la mobilità, incrementando le ciclabili e il trasporto pubblico e completando con parcheggi nella zona mare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il day after di Daniela Angelini: "Basta clima di rancore, ripartiamo da ascolto, dialogo e confronto"

RiminiToday è in caricamento