Politica

Rimini Attiva presenta la lista insieme a Gnassi: "Asili aperti fino alle ore 18"

Il primo cittadino: "E' una lista formata da persone che si impegnano tutti i giorni nel sociale, per il bene della città"

Rimini Attiva, lista civica che sostiene Andrea Gnassi alle prossime elezioni, si è presentata alla città mercoledì 18 maggio, nel cuore del centro storico, tra piazzetta delle Poveracce e la vecchia Pescheria. Presente il capolista Andrea Canevaro, un gruppo di candidati al consiglio comunale e il primo cittadino uscente. Il sindaco Gnassi sottolinea la necessità di superare il discorso delle appartenenze, "questa è la vecchia politica, il valore è rappresentato dalle persone che si impegnano quotidianamente per il bene di Rimini".

Molti dei candidati vengono infatti dal mondo dell’associazionismo e dell’imprenditoria responsabile. "Siamo partiti dal progetto culturale del professor Andrea Canevaro e abbiamo creato un’associazione, Rimini Attiva, un luogo dove progettiamo il bene di tutte le componenti della città - affermano i candidati - Il nostro rapporto con la politica è semplice: non abbiamo alcun legame con i partiti o lobby, sosteniamo Andrea Gnassi perché ne abbiamo apprezzato l’operato. Quello che mettiamo a disposizione é la nostra passione,  la nostra professionalità e la trasparenza per rilanciare il processo di cambiamento in atto".

Tra i punti affrontati nel programma priorità ai giovani con un piano che offra opportunità formative, culturali, lavorative, ricreative, espressive, politiche, di servizio civile. "Rimini attiva per ascoltare le esigenze dei ragazzi riconoscendo le risorse spontanee dell’aggregazionismo giovanile e appellarsi ai valori fondamentali sui quali si fondano i processi di coesione sociale come la lotta al razzismo e alle discriminazioni, la tolleranza, il rispetto dell’altro e la cultura della pace".
Particolare attenzione per una scuola che non sia solo luogo di istruzione, ma che rappresenti un centro di aggregazione e sviluppo della comunità. "Rilanciamo la necessità di creare un polo scolastico nella zona nord della città, quartiere che conta una popolazione residente superiore a Riccione, il secondo Comune della provincia. Per evitare che si crei uno scollamento tra i cittadini e il territorio, serve una maggiore dotazione di servizi alla persona, dalle strutture scolastiche all’impiantistica sportiva.  Rimini Attiva per armonizzare sempre di più gli orari della vita con  i servizi comunali. La crisi economica e l’evoluzione del mondo del lavoro hanno rivoluzionato le abitudini e le esigenze delle famiglie; attraverso un confronto con i genitori va verificata l’opportunità di allungare gli orari di apertura degli asili nidi fino alle 18".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini Attiva presenta la lista insieme a Gnassi: "Asili aperti fino alle ore 18"
RiminiToday è in caricamento