rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Politica

Rimini Coraggiosa: "Riparte la stagione balneare, la tutela dei lavoratori al primo posto"

"Non ci si sorprenda se non si trovano lavoratrici e lavoratori nel comparto turistico, la storia e le storie di sfruttamento sono purtroppo ben note e li tengono lontani"

"Sabato inizia ufficialmente la stagione balneare 2022. Come Rimini Coraggiosa chiediamo che la sicurezza e la tutela e la dignità delle lavoratrici e dei lavoratori che operano nel mondo del turismo vengano messe al primo posto in questo periodo di ripartenza economica. Quella del lavoro grigio e nero è una piaga che umilia lavoratori e lavoratrici e li mantiene in una situazione di precarietà intollerabile. Le conseguenze del lavoro nero sono anche un danno per l’attrattività turistica e vanno a discapito di tutte le attività commerciali, non solo per la concorrenza sleale ma anche perché danno una rappresentazione negativa della nostra città": è la presa di posizione di Marco Tonti, consigliere Rimini Coraggiosa al Consiglio comunale di Rimini.

"Non ci si sorprenda se non si trovano lavoratrici e lavoratori nel comparto turistico, la storia e le storie di sfruttamento sono purtroppo ben note e li tengono lontani. Per questo è necessario che si riqualifichi energicamente l'attività turistica anche sul piano della dignità e della qualità del lavoro, così come quella abitativa per dipendenti, se si vuole attivare un circuito virtuoso tra lavoro e impresa che vada a vantaggio di tutti i soggetti e anche della collettività riminese. L’attività ispettiva inoltre è fondamentale per l’emersione del lavoro nero e dovrebbe essere potenziata perché molte situazioni possano essere individuate sul nascere prima che si trasformino in gravi violazioni", sempre Tonti.

E conclude: "È condivisibile la nuova ordinanza balneare 2022 del Comune di Rimini nell'aspetto che mira ad ampliare i servizi in spiaggia dando la possibilità di permanenza nelle strutture balneari fino alle 22, con la speranza che questa possibilità aumenti le assunzioni e non un maggiore sfruttamento. Il rispetto dei diritti e la qualità non solo dell’offerta ma anche della vita lavorativa devono essere al centro della cultura del nostro territorio, un valore primario con cui qualificarsi agli occhi del mondo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini Coraggiosa: "Riparte la stagione balneare, la tutela dei lavoratori al primo posto"

RiminiToday è in caricamento