Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

"Lista fantasma", i grillini: "presi di mira da qualcuno con pochi scrupoli"

In una nota stampa sottolineano che "la vecchia politica prova a farsi sotto così, nel buio, a tradimento"

Dopo la presentazione di Davide Grassi come candidato sindaco di Rimini, per il Movimento 5 Stelle, si infiamma la polemica con le dichiarazioni dell'ex moglie di Beppe Grillo, la riminese Sonia Toni, e la presenza di una "lista fantasma" che vedrebbe tra le sue file altri grillini riminesi. Tra le critiche avanzate dalla Toni c’è il fatto che Grassi si è candidato senza aver ottenuto ancora il "nulla osta" dallo staff di Grillo che deve certificare le liste prima di concedere l’uso del simbolo. "Chi mi ha candidato – risponde Grassi - è stata l’assemblea degli attivisti, la stessa che ha votato le candidature di Marco Affronte per il Parlamento Europeo, di Raffaella Sensi per il Consiglio Regionale a Bologna e Giulia Sarti per il Parlamento. È chiaro che per essere certificata una lista va presentata con un candidato sindaco".

In una nota stampa, diffusa martedì, i pentastellati riminesi esprimono il loro rammarico per la situazione che si è venuta a creare. "Se le notizie lette nella cronaca oggi rispondono al vero, e non abbiamo motivi per dubitare che sia così, - scrivono - la rappresentatività, dovuta al  lavoro, del Movimento di Rimini è stata presa di mira da qualcuno con pochi scrupoli. Sicuramente non quello che inibisce all'uso di ciò che altri hanno costruito con sacrificio. La vecchia politica prova a farsi sotto così, nel buio, a tradimento. Noi al contrario abbiamo creato un percorso fatto di Assemblee pubbliche, banchetti, eventi, raccolta di istanze e tanta solidarietà, perché nessuno rimanesse indietro. Sicuramente ci sarà qualcuno che saprà come ringraziare coloro che creano ostacolo alla realizzazione di un percorso democratico, non certo l’elettorato che, nella storia della Repubblica Italiana, ha sempre bocciato questo tipo di comportamenti. Noi, fiduciosi che l’abnegazione non possa essere confusa con la meschinità, continuiamo a produrre quanto richiesto per certificare la nostra lista. A tutti coloro che sperano di vedere a Rimini la nuova edizione de “la notte dei lunghi coltelli” consigliamo di stare sereni, i loro festeggiamenti sono un po’ troppo prematuri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lista fantasma", i grillini: "presi di mira da qualcuno con pochi scrupoli"

RiminiToday è in caricamento