Politica

Elezioni regionali, Fratelli d'Italia presenta i candidati e punta a diventare il secondo partito di centrodestra

Il capolista Gioenzo Renzi: "Tra le priorità c'è il lavoro, in provincia la disoccupazione è all'8,2%, il recupero di identità e tradizioni e il nostro no allo Ius soli"

Fratelli d'Italia presenta i suoi candidati alle elezioni regionali del 26 gennaio con Gioenzo Renzi capolista. In squadra ci sono Pasquale Barone già consigliere comunale a Rimini per AN, e attualmente ispettore di polizia municipale a Bellaria Igea Marina, Beatriz Colombo e l’avvocato Nicoletta Gagliani. A sostenerli ci sarà anche Giorgia Meloni, che verrà a Rimini il 17 gennaio.
A fare gli onori di casa è stato Federico Brandi, portavoce provinciale del partito a Rimini, che subito illustra gli ottimi risultati del partito: "Il dato delle ultime Europee ha visto Fratelli d’Italia al 6% in Regione e al 5% in provincia di Rimini. L’obiettivo per le Regionali è arrivare al 10% degli ultimi sondaggi e diventare, anche in provincia di Rimini, il secondo partito del centrodestra. Dopo la Lega ma davanti a Forza Italia. Quella che portiamo al voto è una squadra di professionisti che premia l’esperienza e copre tutto il territorio".

I candidati e gli obiettivi

Lavoro, sostegno alla famiglia e alle mamme che lavorano, recupero delle identite minacciate e delle tradizioni. Sono questi alcuni dei punti del programma di Renzi, veterano della politica, che ha ribadito il suo no allo Ius soli. "La cittdinanza non si regala, si acquisice per merito e dopo un programma serio di integrazione". Rispetto al lavoro Renzi sottolinea come la provincia sia in coda in Regione con la disoccupazione all’8,2%, siamo secondi, la prima è Ferrara, e suggerisce la diminuzione delle tasse e della spesa pubblica, che in Emilia Romagna, dice, è di 12 miliardi. "Le riisorse vanno trovate sostenendo lavoro e imprese". Il suo cavallo di battaglia rimane sempre il centro storico che sviluppa sui fronti della sicurezza e dell'accessibilità. "Che fine ha fatto il patto sulla sicurezza? Nessuno ne parla più, così come la nuova Questura, dal 2017 ci sono stati tre Governi ma ancora non abbiamo una soluzione, inoltre non sono d'accordo sulla sede provvisoria per la polizia in piazzale Bornaccini, l'affitto è di oltre 600mila euro l’anno, sarebbe stato meglio continuare a puntare sulla soluzione di via Ugo Bassi".

E sulla sicurezza si concentra anche Barone che chiede una maggiore attenzione per la Polizia municipale e per il ruolo che potrebbe ricoprire per i cittadini. Il candidato evidenzia il suo sostegno al partito grazie al grande lavoro fatto da Giorgia Meloni: "Abbiamo ritrovato un movimento che può andare a coprire quella parte della destra che era mancata per diversi anni. Sono contento di essere tornato in campo, è stato fatto un ottimo lavoro in questi anni".

Invece, nel programma di Beatriz Colombo, tra le propostec’è la valorizzazione del turismo balneare col sostegno anche alla candidatura della spiaggia a patrimonio immateriale dell’Unesco, la creazione di un corpo di polizia turistica, l’apertura di un casello automatico della A14 a Misano e poi ancora i trasporti ferroviari gratuiti in Regione per malati oncologici, disabili e over 75 per motivi sanitari.
Alla prima esperienza di politica attiva è l'avvocatessa Gagliani che si concentra nel suo programma su donne e minori vittime di violenza domestica: "Voglio aiutare queste persone e queste famiglie a intraprendere un percorso in cui ritrovino serenità e dignita".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, Fratelli d'Italia presenta i candidati e punta a diventare il secondo partito di centrodestra

RiminiToday è in caricamento