Rimini: locali e pubblici servizi, l'intervento di Mattia Morolli (Pd)

"Ben venga il tavolo di confronto tra che gli operatori - e le loro categorie di rappresentanza - vogliono attivare con l'amministrazione, una via che appoggiamo sopratutto in una ottica di sicurezza e innovazione e non più di cecchinaggio e lotta da spie tra gli stessi operatori.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

"Ben venga il tavolo di confronto tra che gli operatori - e le loro categorie di rappresentanza - vogliono attivare con l'amministrazione, una via che appoggiamo sopratutto in una ottica di sicurezza e innovazione e non più di cecchinaggio e lotta da spie tra gli stessi operatori.

Alla luce di quanto emerso dalle dichiarazioni di vari gestori di pubblici esercizi - e dalle, recenti, parole del presidenti e segretari delle varie associazioni -  è positiva questa volontà di confonto, ribadendo che da parte dell'amministrazione le porte sono e son sempre stato aperte.
Gli operatori di servizi pubblici fanno parte di Rimini e di quello che economicamente genera, cosi come i controlli quando vengono fatti sono anche a salvaguardia della concorrenza e del giusto operare; poi è vero, ci sono situazioni paradossali figlie di leggi anacronistiche  ma un livello di controllo c'è sempre stato ed è bene che ci sia.

Adesso, però, è anche il tempo che il confronto vada ad una sua evoluzione: la città sta cambiando e le formie di intrattenimente, sia da parte di turisti che di residenti, pure.

Occorre partire con delle proposte, condivise non solo tra operatori, categorie e comune ma dal sistema istituzionale e socioeconomico più  ampio, su come si vogliono riqualificare spazi urbani dove la presenza di un locale pubblico possa al tempo stesso svolgere la sua attività  ed essere aggregante e migliorativo per quel luogo.

Anche sul tema dei "rumori": la città non può più essere ostaggio di chi pensa che siccome ha la seconda casa a Rimini allora debba passare le vacanze con gli stessi orari che vive quando sta a casa propria. Peraltro ci sono tecnologie che permettono di ridurre o direzionare il suono senza dare danni.

Il tema è  grande e riguarda la città e la sua economia, nel rispetto di regole e di evoluzione della sua proposta di servizio.
Non perdiamo questa occasione per le sterili logiche di contrapposizione ma sfruttiamola per uscire con una idea condivisa su che tipo di percorso - econimico, turistico - si vuole dare ad un settore e alla città stessa.

Mattia Morolli
Capogruppo PD Rimini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento