menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forza Nuova sabato in piazza contro il governo Monti

Sabato pomeriggio i militanti di Forza Nuova scenderanno in piazza a Rimini alle 16 per manifestare contro il governo Monti

Sabato pomeriggio i militanti di Forza Nuova scenderanno in piazza a Rimini alle 16 per manifestare contro il governo Monti. L'esecutivo, si legge in una nota, "continua a varare nuove riforme che di fatto trasferiscono risorse dai cittadini al sistema bancario, drenando qualsiasi bolla di sopravvivenza ancora esistente. In parole povere sempre più cittadini stanno perdendo il lavoro, senza speranza di recuperare una qualche prospettiva occupazionale, molti fra coloro che ancora lavorano non realizzano più un reddito necessario al sostentamento, i consumi di conseguenza si riducono progressivamente, generando nuove chiusure e nuovi licenziamenti, mentre al contempo il governo continua a perseguire una politica di aumento della tassazione, destinando gli introiti (comunque calanti a causa della riduzione dei consumi e dei contribuenti) a rimpinguare le casse del sistema bancario, ormai diventato un organismo autoreferenziale che sta dismettendo le aperture di credito alle famiglie ed alle imprese, e praticando la progressiva eutanasia dei servizi al cittadino (sanità, scuola, trasporti pubblici ecc) con conseguente aggravio dei costi per ciascuno di noi".

"La maggioranza delle famiglie - continua Forza Nuova - sta ancora riuscendo a sopravvivere grazie alla stampella costituita dalle pensioni di genitori e nonni, alla vendita del patrimonio immobiliare privato, al depauperamento di quelli che usualmente venivano chiamati "risparmi di una vita", ma ogni giorno che passa un numero crescente di persone non riesce più a pagare tutto quello che gli viene richiesto, entra nel novero degli evasori fiscali (per  qualche cartella esattoriale che non può onorare) ed inizia ad essere perseguitato da Equitalia, che gli porterà via la casa in cui sopravvive o quel che resta della pensione, del salario o del conto in banca".

" Sarebbero queste le basi sulle quali poggiare la prospettiva di una ripresa economica prossima ventura ed i presupposti per sproloquiare su fantomatiche luci che magicamente comparirebbero in fondo al tunnel? - si chiede FN -. In fondo al tunnel l'unica luce è quella del bidone con il quale tenteremo discaldarci, avvoltolati dentro ad un cartone consunto. Forse è arrivato il momento di prenderne coscienza ed iniziare a reagire, anche se potrebbe già essere troppo tardi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento