Il Comune lancia un patto per garantire più sicurezza in spiaggia

L'assessore Jamil Sadegholvaad: "Fino al 26 agosto non era successo niente di particolare rilievo", e dopo si è agito per "difendere l'immagine della città"

"Fino al 26 agosto non era successo niente di particolare rilievo", e dopo si è agito per "difendere l'immagine della città". Il tema sicurezza è al centro della seduta di questo pomeriggio della II commissione del Comune di Rimini. E l'assessore competente Jamil Sadegholvaad non può non tornare sul doppio stupro di fine agosto, uno "spartiacque" per l'estate nella città di Fellini. Sottolineando comunque che "in spiaggia la situazione è migliorata, almeno fino all'1 di notte". Di certo, aggiunge rispondendo alle proposte dei consiglieri, "illuminare 15 chilometri di litorale è impossibile", ma per migliorare ulteriormente la situazione è necessario un "patto" tra tutti i soggetti interessati. E i bagnini sono pronti a fare la loro parte, garantisce il presidente della cooperativa Rimini Sud, Maurio Vanni. "Gli stupratori - precisa - non fanno parte della situazione normale, la sicurezza in spiaggia da alcuni anni è migliorata".

A partire dall'abusivismo commerciale, il cui contrasto si allarga alla micrcriminalità. Fenomeno del quale "nessun cliente si è lamentato". Merito anche dei tanti eventi organizzati che permettono di vivere il litorale più a lungo da parte delle famiglie. Il controllo degli operatori, possibile anche grazie alle 150 telecamere installate, viene meno dall'1 alle 5 quando vige il divieto di accesso. I bagnini, ribadisce, "sono pronti a collaborare, ma non si può utilizzare la spiaggia per la polemica politica". Dal canto suo la Polizia municipale, sottolinea il comandante Andrea Rossi, è impegnata su vari fenomeni, dalla prostituzione al gioco delle tre carte per garantire sicurezza e decoro.

Numeri alla mano fin qui è stato chiesto il sequestro di tre appartamenti per sovraffollamento, mentre contro la prostituzione si contano 19 verbali a prostitute e clienti da 10.000 euro, 312 da 400 euro, 10 vda 1.000 euro per i clienti e 200 per la prostituta, oltre a 64 verbali per violazione al codice della strada da 28 euro. Sul fronte pallinari, prosegue, con sanzioni da 1.000 euro agli organizzatori e da 50 per i giocatori, sono stati elevati 240 verbali, effettuati 34 sequestri di denaro per un totale di 2.500 euro e 80 segnalazioni alla Questura per la richiesta di foglio di via. Contro l'abusivismo commerciale 1.071 sequestri di cui 1.055 amministrativi e 16 penali; e per l'occupazione suolo pubblico 452 controlli su tutto il territorio, 93 sanzioni e 22 recidivi con sospensione di un giorno dell'attività svonlta da cinque di loro, ancora. Per la vendita di alcol 86 controlli, 42 sanzioni per vendita dopo le 22 e sette pe vendita ai minori. Con quattro attività sospese per due settimane. Infine il contrasto ai parcheggiatori abusivi, che sarà il "focus invernale: 35 sanzioni da 100 euro. 
(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento