menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Provincia unica, stop al decreto: è confusione totale

Con la mancata conversione del decreto sul riordino delle Province si è aperta una fase di incertezza e confusione che richiede di trovare subito una soluzione

Con la mancata conversione del decreto sul riordino delle Province si è aperta una fase di incertezza e confusione che richiede di trovare subito una soluzione. Per fare il punto su un tema di stringente attualità, anche alla luce delle recentissime valutazioni della Commissione Affari costituzionali del Senato, il Partito democratico della provincia di Rimini promuove il seminario “Il riordino istituzionale”, dedicato alla presentazione del progetto di legge regionale “Misure per assicurare il governo territoriale delle funzioni amministrative secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza”.

Il seminario si terrà lunedì 17 dicembre alle ore 15.30 nella sala “Marvelli” della sede della Provincia di Rimini (via Dario Campana 64, Rimini) e vedrà l'intervento della vicepresidente della Regione Emilia-Romagna, Simonetta Saliera. Parteciperanno il segretario provinciale PD Rimini Emma Petitti, il presidente Stefano Vitali, assessori, capigruppo e consiglieri della Provincia di Rimini, sindaci e capigruppo dei Comuni della provincia di Rimini, membri della Segreteria provinciale PD e segretari delle Unioni cominali PD del territorio.

“Concordiamo con quanto richiesto dall'Upi - spiega Petitti -: nella Legge di stabilità deve essere abrogato l'art. 23 del decreto Salva Italia e devono essere restituite alle Province le funzioni previste dalla spending review. Nella spending review il Governo aveva infatti compiuto un passo indietro, restituendo alle province la gestione delle scuole, delle strade, della difesa del suolo e della programmazione territoriale, con un ruolo primario nel governo dei territori e risorse proprie. Ma aveva legato la norma al percorso di accorpamento a livello territoriale: caduto il decreto sono a rischio servizi essenziali ai cittadini”.

Il sistema della Regione e degli Enti territoriali è interessato da una lunga serie di misure di riforma fortemente incentrate, almeno secondo le intenzioni della legislazione statale, sull’esigenza della riduzione della spesa pubblica, la cui priorità ha finito per incidere sullo stesso assetto istituzionale dei sistemi territoriali di governo. Le disposizioni della legge regionale in corso di elaborazione e della future leggi regionali di attuazione regoleranno, nel contesto dei procedimenti di riordino territoriale avviati, l’allocazione e l’esercizio delle funzioni amministrative in atto esercitate dal sistema regionale e locale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento