menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sacchetti (Pd): “Il premier parla di cambiamento. Anche Santarcangelo lo merita"

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha letto lunedì il suo discorso di insediamento in Senato, con il quale presenta la road map del nuovo esecutivo

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha letto lunedì il suo discorso di insediamento in Senato, con il quale presenta la road map del nuovo esecutivo: la lotta alla burocrazia, un serio taglio al cuneo fiscale e, soprattutto, priorità al lavoro.

Per la prima volta un premier si è presentato in modo nuovo, partendo dai problemi quotidiani dei cittadini, riconoscendo che la società civile è più avanti rispetto a quella politica, quando afferma “Rischiamo di perdere il rapporto con i cittadini. L'Italia è un Paese che non ci segue, perchè è avanti a noi: siamo noi che dobbiamo inseguirlo”. La sfida per noi sarà quella di declinare l’impostazione e le priorità globali del premier in azioni locali.

L’Italia necessita di un nuovo modello di sviluppo per affrontare la crisi. Quando i vecchi sistemi non funzionano più bisogna cambiarli. Anche il Partito Democratico di Santarcangelo si muove in questa direzione. Certo noi vogliamo prima di tutto rafforzare e mantenere la grande ricchezza del patrimonio che la storia ci consegna, e poi mettere mano a quelle cose che invece hanno dei problemi. La stessa candidatura a sindaco di Alice Parma ne rappresenta il primo esempio: una ragazza giovane, un personaggio nuovo e fresco che scende in politica con passione e coraggio per ‘dare’ e non per prendere.

Per salvare e mantenere ciò che è stato fatto di buono, ma rompere con meccanismi orami stantii. Questo cambiamento è alla base anche del nostro programma, a partire dal lavoro e dal rilancio dell'economia. I programmi su cui stiamo lavorando sono tutti proiettati in questa direzione e si riassumono in 6 punti . Il primo è quello del settore edile, nell’ottica del recupero e valorizzazione del patrimonio esistente. Non ci si concentrerà più su nuove costruzioni, ma sulla riconversione e  sul recupero, incentivando piccole ma numerose iniziative private.

Promuoveremo una nuova politica turistica, capace di qualificare ancora di più Santarcangelo, città che non ha nulla da invidiare ai borghi della Provenza francese, per renderla il fiore all'occhiello della provincia di Rimini. Abbiamo dei valori importanti da mettere in gioco che sono la bellezza e la poesia uniti alle radici della Romagna. Il cambiamento avverrà anche con la lotta alla burocrazia e con l'abbassamento delle tasse, ma anche con l'aumento della qualità dei servizi offerti. E naturalmente svilupperemo progetti per la scuola e la cultura, luogo dove i nostri ragazzi devono imparare a diventare cittadini responsabili e innamorati della loro città.


Il team di lavoro è già operativo e le prossime settimane sarà presentato il programma con le specifiche dei singoli punti. Sono soddisfatto di aver sentito per la prima volta un premier parlare un linguaggio chiaro ai cittadini fatto di impegni e responsabilità. Forse meno politico e autorevole, ma comunque efficace. Passato il congresso, Renzi è il premier del PD, è il premier di tutti. Tifo per lui anche se non sono Renziano, ma è evidente la necessità del paese di cambiare passo e penso rappresenti una delle ultime chance per mettere in valore le tante risorse umane e materiali che finora sono state tenute troppo nascoste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento