Samorani: "Ad Amazon l'amministrazione avrebbe potuto chiedere di più"

Il candidato a sindaco di Santarcangelo non è contrario alla realizzazione del centro logistico dell'azienda di e-commerce

Non si dice contrario alla realizzazione del centro logistico di Amazon ma, allo stesso tempo, il candidato a sindaco di Santarcangelo Domenico Samorani traccia alcune considerazioni sulla scelta dell'attuale amministrazione della città clementina."Pare che le procedure per il rilascio del permesso di costruire la terza sede logistica di Amazon in Italia, proprio a Santarcangelo, siano ormai in dirittura d’arrivo - commenta. - Ci saranno cinquanta nuovi posti di lavoro per persone volenterose che si dovranno adattare alle condizioni “da caporalato” così definite dai loro lavoratori italiani, della più grande multinazionale dell’e-commerce".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'analizzare il profilo di Amazon, Samorani elenca le problematiche dell'azienda sull'impiego del personale che, proprio per le condizioni in cui è costretto a lavorare, in occasione dello scorso Black Friday aveva incrociato le braccia. "Pare - spiega il candidato a sindaco - che al momento l’unica ad andare avanti sia la tecnologia, mentre per i diritti dei lavoratori si stiano facendo passi indietro, ed è un vero peccato che questi non siano tutelati dai diktat di questi colossi e che per far valere i propri diritti siano costretti a scioperare. Quantomeno ci si aspetterebbe, da un’opportunità del genere, di trarne il massimo vantaggio per la comunità, invece pare che all’uomo più ricco del mondo, Jeff Bezos, l’amministrazione abbia chiesto la costruzione di una rotatoria sulla Tolemaide. Ma un asilo nella zona artigianale, o un parco, o attrezzature sportive, arredi scolastici, forse non sarebbero stati più apprezzati e d’impatto per la vita dei santarcangiolesi? Che dire del nostro  commercio naturale rinchiuso nel centro storico? Poteva essere questa l’occasione per riqualificare le piazze, attrezzare parcheggi, panchine, dehore, bagni pubblici, alberi/verde! L’ennesima  opportunità sprecata per costruire qualcosa di significativo e creare un valore aggiunto per Santarcangelo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento