San Clemente approva il nuovo ambito Valconca e il Gal

Le troppe differenze sociali, storiche, culturali ed economiche tra i Comuni della costa e di maggiori dimensioni con quelli della Valconca hanno pesato irrimediabilmente

Serata di importanti decisioni quella che si è svolta al consiglio comunale sanclementese martedì. Tra le altre, il consiglio comunale ha espresso la propria volontà di sdoppiare l’attuale ambito Rimini sud che, ad oggi, non ha dato i frutti che i suoi creatori auspicavano. Le troppe differenze sociali, storiche, culturali ed economiche tra i Comuni della costa e di maggiori dimensioni con quelli della Valconca hanno pesato irrimediabilmente.

Ecco la ragione per la quale il consiglio comunale ha approvato la proposta di divisione dell’attuale ambito in due nuovi ambiti “contenitori” che, vale la pena di ricordare, porteranno ad una migliore gestione dei servizi ai cittadini, in condivisione e collaborazione tra i Comuni di uno stesso ambito. Quello proposto da San Clemente è il nuovo ambito Valconca, costituito da tutti i Comuni attualmente rientranti nell’Unione, Morciano di Romagna, Montescudo/Monte Colombo, Gemmano, Mondaino, Montegridolfo, Montefiore Conca e San Clemente più Saludecio.
Un ambito di oltre 28.000 abitanti che si ritiene sia il più adatto a garantire migliori servizi ai cittadini.

Nella stessa serata, il consiglio comunale ha anche approvato l’adesione al Gal Conca/Marecchia (Gruppo di azione locale); in questo caso il Comune ha dato mandato all’Unione della Valconca di partecipare, in qualità di socio, a questo nuovo ente, partecipato da enti pubblici e aziende private che ha, come unico obiettivo, la ricerca e il recepimento di finanziamenti europei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Regione Emilia Romagna, finora, non consentiva ai Comuni con più di 5.000 abitanti di partecipare a questi bandi europei ma con il nuovo Gal Rimini finalmente anche San Clemente potrà esercitare i propri legittimi interessi di sviluppo, in particolare nel settore della cura e tutela del paesaggio, dell’uso del suolo, e della biodiversità, direzione a cui guarda il Gal Conca/Marecchia. Una nuova opportunità, se la Regione confermerà la costituzione del GAL Rimini, per i tanti imprenditori del territorio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento