rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Politica Santarcangelo di Romagna

Santarcangelo accoglie la donazione dell'ex ristorante e l'acquisizione dello stabile sequestrato alla malavita

Via libera del consiglio comunale all'entrata dei due beni nel patrimonio della città, approvate anche cinque delibere tutte collegate al bilancio di previsione 2022-24


Il Consiglio comunale di Santarcangelo di giovedì 23 dicembre si è aperto con le comunicazioni all’assemblea. La sindaca Alice Parma ha introdotto la donazione di una copia del libro “Santarcangelo 50 Festival” di Roberta Ferraresi a tutti i consiglieri, mentre la presidente Cristina Fabbri ha ringraziato il personale sanitario e coloro che si occupano delle persone fragili in questa nuova fase pandemica. La capogruppo Paola Donini (Partito Democratico) ha chiesto di ricordare la drammatica situazione dei migranti al confine di Polonia e Lituania con un minuto di raccoglimento, mentre l’assessore al Bilancio, Emanuele Zangoli, ha relazionato in merito a un prelevamento dal fondo di riserva operato dalla Giunta.
 
Lo stesso Zangoli ha poi illustrato le successive cinque delibere all’ordine del giorno, tutte collegate al bilancio di previsione 2022-24. Dopo aver presentato gli aspetti tributari del bilancio e le fonti di finanziamento del Piano triennale dei lavori pubblici, l’assessore ha sottolineato tra l’altro che l’Amministrazione comunale non intende porre limiti alle esigenze emergenti sul tema del sostegno alle fragilità. La sindaca Parma, nell’intervento conclusivo, ha ringraziato la struttura comunale per lo sforzo nella continua opera di aggiornamento degli strumenti contabili e di programmazione, per far fronte all’emergenza pandemica e intercettare quante più risorse sovraordinate possibili.
 
L’aggiornamento del Documento unico di programmazione (Dup) 2022-24 e il bilancio di previsione 2022-2024 sono stati approvati con il voto favore della maggioranza (Partito Democratico, Più Santarcangelo e PenSa-Una Mano per Santarcangelo) e quello contrario dell’opposizione (Un Bene in Comune e Lega Salvini premier Romagna), mentre la verifica della quantità e qualità delle aree e fabbricati da destinare a residenza, attività produttive e terziario che potranno essere cedute in proprietà o in diritto di superficie, ha ricevuto il voto favorevole della maggioranza e l’astensione dell’opposizione. Approvate invece con il voto favorevole della maggioranza, l’astensione di Un Bene in Comune e il voto contrario del gruppo Lega Salvini premier Romagna le aliquote 2022 dell’addizionale comunale all’Irpef e dell’Imposta municipale propria (Imu).
 
L’assessora ai Rapporti con le società partecipate, Angela Garattoni, ha illustrato invece la revisione periodica delle partecipazioni detenute al 31 dicembre 2020, evidenziando una situazione di generale stabilità. Allo studio l’integrazione di Amir in Romagna Acque, la fusione del Caar con l’analoga società cesenate e una serie di valutazioni su La Marecchia srl – società che gestisce la farmacia comunale – in vista della scadenza del contratto di servizio nel 2023. La delibera è stata approvata con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione dell’opposizione.
 
La delibera relativa all’acquisizione gratuita al patrimonio comunale di porzioni di fabbricato sito in via Fabbrerie a Canonica è stata presentata dall’assessore al Patrimonio, Filippo Sacchetti. Evidenziando l’importanza della donazione, Sacchetti ha spiegato che l’ex ristorante Iolanda – quasi 400 metri quadrati in buono stato tra primo piano e interrato – sarà destinato ad attività di carattere collettivo e sociale, diventando uno spazio di aggregazione che non potrà essere venduto per almeno 50 anni come voluto dal donatore. La delibera è stata approvata con il voto favorevole della maggioranza e di Un Bene in Comune, mentre il gruppo Lega Salvini premier Romagna si è astenuto.
 
La sindaca Alice Parma, infine, ha introdotto il decreto di assegnazione di porzioni del fabbricato confiscato alla criminalità organizzata situato in via Pavese, ricordando che il Comune sta perfezionando i progetti da sottoporre all’Agenzia nazionale dei beni sequestrati e confiscati per il riuso dell’immobile, nella piena considerazione delle sue caratteristiche. Ringraziando l’amministratore giudiziario Umberto Ferraiolo per la celerità dell’assegnazione, la sindaca ha concluso sottolineando l’importanza di un atto – approvato dal Consiglio all’unanimità – che ben rappresenta la necessità di tenere gli occhi sempre aperti per fare prevenzione e sensibilizzare la collettiva rispetto alla presenza della criminalità organizzata sul territorio.

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santarcangelo accoglie la donazione dell'ex ristorante e l'acquisizione dello stabile sequestrato alla malavita

RiminiToday è in caricamento