Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Santarcangelo approva il rendiconto della gestione finanziaria 2016

Via libera del Consiglio Comunale anche al regolamento comunale per l’accesso civico e generalizzato

La seduta consiliare di giovedì 20 aprile si è aperta con il confronto sul rendiconto della gestione finanziaria 2016. L’argomento è stato illustrato dal vice sindaco e assessore al Bilancio Emanuele Zangoli e approvato con i voti favorevoli di Partito democratico e Sinistra unita per Santarcangelo, mentre hanno votato contro Movimento 5 Stelle, Una mano per Santarcangelo, Progetto Civico, Forza Italia e Fratelli d’Italia-An (con gli stessi voti è stato approvato anche lo stato patrimoniale al 1° gennaio 2016). Nel presentare i provvedimenti legati al conto consuntivo e allo stato patrimoniale dell’ente, il vice sindaco Zangoli ha messo in evidenza i dati più significativi: ammonta a circa 711mila euro l’avanzo effettivo per l’esercizio appena concluso che, se si considerano accantonamenti e vincoli contabili, nonché l’avanzo d’esercizio 2015 non applicato al bilancio 2016 ma confluito in esso, si riduce a poco più di 304mila euro.

“Si tratta di un risultato particolarmente positivo – ha detto in sostanza il vice sindaco – se si tiene conto che l’avanzo effettivo costituisce appena il 2 per cento del bilancio complessivo ed è quindi un indice rappresentativo della buona capacità di spesa dell’ente”. Il vice Zangoli ha poi sottolineato che l’indebitamento dell’ente si è ridotto in maniera significativa, mentre rispetto agli investimenti ha ricordato l’importanza di una serie di interventi sul territorio, a partire da quelli sulla media ex Saffi rispetto a cui l’ente ha intercettato ingenti risorse al di fuori del bilancio comunale e per il progetto della nuova materna di Canonica, il cui inizio è previsto nel 2018. In chiusura, il sindaco Alice Parma ha ricordato che un ragionamento complessivo sulla gestione dell’esercizio finanziario deve tenere conto che il sistema di welfare locale è particolarmente esteso e quindi oneroso: “Si tratta di un sistema di assoluta importanza – ha dichiarato il sindaco Parma – rispetto al quale l’Amministrazione comunale  intende continuare a destinare risorse importanti del proprio bilancio”.

Il vice sindaco Zangoli ha presentato anche il regolamento per l’accesso civico e generalizzato, che recepisce le recenti normative nazionali finalizzate a promuovere la partecipazione dei cittadini nonché il controllo sull’utilizzo delle risorse pubbliche. Il regolamento è stato approvato con i voti favorevoli di Partito democratico e Sinistra unita per Santarcangelo, mentre si sono astenuti Movimento 5 Stelle, Progetto Civico, Forza Italia e Fratelli d’Italia-An. Sono invece stati respinti la mozione relativa a costruzione e ripristino wc o installazione bagni pubblici, presentata dal consigliere del Movimento 5 Stelle Marco Mussoni (hanno votato a favore Movimento 5 Stelle e Una mano per Santarcangelo; contro Partito democratico; astenuti Sinistra unita per Santarcangelo, Progetto Civico, Forza Italia e Fratelli d’Italia-An) e l’ordine del giorno per encomio alle forze dell’ordine illustrata dal consigliere di Forza Italia Walter Vicario (hanno votato a favore Forza Italia, Progetto Civico e Fratelli d’Italia-An; contrari Partito democratico e Sinistra unita per Santarcangelo). È stata invece approvata all’unanimità la mozione del consigliere Andrea Novelli di Una mano per Santarcangelo relativa all’uso di applicazioni mobili per il pagamento della sosta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santarcangelo approva il rendiconto della gestione finanziaria 2016

RiminiToday è in caricamento