rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Politica Santarcangelo di Romagna

Santarcangelo approva l’assestamento generale di bilancio con l’aggiornamento del Dup

In consiglio comunale via libera anche al nuovo regolamento per l'installazione dei pannelli fotovoltaici e all’acquisto di nuovi parcometri con sistemi di pagamento digitale

Il Consiglio comunale di Santarcangelo tenutosi mercoledì 30 novembre si è aperto con una comunicazione della presidente Cristina Fabbri in occasione della Giornata contro la violenza alle donne (25 novembre), conclusa con un minuto di raccoglimento per tutte le vittime di femminicidio. Esauriti i preliminari di seduta con la risposta alle interrogazioni e la comunicazione di tre prelievi dal fondo di riserva, l’assessore al Bilancio Emanuele Zangoli ha presentato la ratifica di due delibere di Giunta relative ad altrettante variazioni urgenti all’esercizio 2022 del bilancio 2022/24. Con la n. 129 del 7 ottobre 2022 la Giunta ha deliberato l’accensione di un mutuo per l’aumento dei costi dei lavori di ristrutturazione edilizia e adeguamento sismico alla palazzina B della succursale Saffi (scuola media Franchini). La delibera n. 131 del 3 novembre 2022, invece, ha consentito di stanziare 15mila euro per il sistema di incentivi al settore Tributi, collegato al recupero del gettito pregresso in più rispetto all'anno precedente. Entrambe le ratifiche sono state approvate con il voto favorevole della maggioranza (Partito Democratico, Più Santarcangelo, PenSa-Una Mano per Santarcangelo) e quello contrario dell’opposizione (Un Bene in Comune, Lega Salvini premier Romagna).

Anche i due punti successivi – l’aggiornamento del Documento unico di programmazione 2022/24 e l’assestamento generale del bilancio 2022/24 – sono stati illustrati congiuntamente dall’assessore Zangoli, a partire dalle considerazioni espresse dai revisori dei conti nel loro parere. Nel 2023 dovrà essere coperta la quota capitale mutui Mef rinviata nel 2020 a causa del Covid, per la quale sono stati accantonati 400mila euro di avanzo libero e un risparmio di 100mila euro sugli oneri finanziari grazie al calo dell'indebitamento pro capite. Al netto delle azioni per contenere la spesa e dei possibili ristori dalla legge di bilancio nazionale, la voce che assorbe la maggior parte della variazione riguarda l’aumento dei costi per le utenze, con un incremento di 250mila euro solo per pubblica illuminazione, che in totale è passata dai 600mila euro del 2021 a 1 milione e 170mila euro nel 2022 (raddoppiata al pari del riscaldamento, da 300mila a 600mila euro).

Tra le altre voci principali di spesa, ha aggiunto Zangoli, figurano 165mila euro per l’acquisto di nuovi parcometri con sistemi di pagamento digitale, che saranno installati a breve. Nella cornice di un’azione limitata dai rincari energetici trovano spazio uno stanziamento sui centri estivi per abbattere la spesa a carico delle famiglie, nell’ambito delle risorse (240mila euro) accantonate a settembre per affrontare le necessità del settore scolastico che emergeranno nel 2023. L’Amministrazione comunale, comunque, non rinuncia a sostenere le imprese, le società sportive e il commercio, con 80mila euro stanziati per le iniziative di Natale e Capodanno riducendo la spesa per le luminarie a favore di iniziative di comunità e per la comunità. Sia l’aggiornamento del Dup che l’assestamento di bilancio sono stati approvati con il voto favorevole della maggioranza e quello contrario dell’opposizione.

In merito al regolamento comunale per la realizzazione e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici nell’ambito del territorio comunale, l’assessore alla Pianificazione urbanistica Filippo Sacchetti ha spiegato che, in un momento di incertezza e rapido cambiamento della normativa statale senza la cornice di un piano energetico nazionale, l’Amministrazione comunale ha voluto dare risposte su un tema di grande attualità come la produzione di energia rinnovabile. Il regolamento, infatti, va a precisare gli aspetti che la norma nazionale non ha affrontato o deve ancora affrontare, scegliendo di tutelare il centro storico come patrimonio architettonico e paesaggistico, da preservare nella sua connotazione attuale. Massima apertura invece negli ambiti urbani, produttivi e misti, mentre per i terreni agricoli vengono richiesti alcuni requisiti per evitare una proliferazione indiscriminata.

"In tre quarti del territorio sarà dunque possibile installare gli impianti – ha aggiunto Sacchetti – mentre per chi non ne avrà la possibilità il regolamento anticipa la proposta delle comunità energetiche, da declinare con la partecipazione del privato e del pubblico, che potrà mettere anche a disposizione superfici e aree. L’aggiornamento del Paes, attualmente in corso, offrirà l’occasione per avviare la costruzione di un piano energetico locale, per avere a disposizione i dati necessari a impostare le politiche energetiche dei prossimi anni".

Anche il regolamento è stato approvato con il voto favorevole della maggioranza e quello contrario dell’opposizione. La seduta si è quindi conclusa con la presentazione dell’ordine del giorno “Sicurezza sul luogo di lavoro” da parte del consigliere Marco Fabbri (Partito Democratico): dopo un emendamento in merito all'alternanza scuola-lavoro, proposto dal consigliere Patrick Wild (PenSa-Una Mano per Santarcangelo), l’atto è stato approvato all’unanimità e la presidente del Consiglio, Cristina Fabbri, ha chiesto all’assemblea di osservare un minuto di raccoglimento per le vittime di incidenti sul lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santarcangelo approva l’assestamento generale di bilancio con l’aggiornamento del Dup

RiminiToday è in caricamento