Santarcangelo, il M5S sul Consiglio comunale

"Non solo per il discutibile metodo comunicativo adottato dalla maggioranza, che promette una carica all'opposizione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

A qualche giorno dal consiglio ancora il M5S rimane stupito da quanto accaduto nell'ultimo consiglio comunale. Non solo per il discutibile metodo comunicativo adottato dalla maggioranza, che promette una carica all'opposizione pur avendo a priori deciso chi ne sarebbe stato il diretto destinatario. La carica è stata assegnata al consigliere Novelli, persona che consideriamo competente e preparata, ma ricordiamo che anche Berlati aveva proposto la sua candidatura. A lasciarci perplessi è sopratutto l'irrigidirsi del Presidente Coveri che, per non concedere il merito all'opposizione della decurtazione del 50% del suo compenso preferisce, in accordo con la maggioranza, sospendere la votazione della delibera e rimandare al prossimo consiglio. Tutto questo dopo aver letto una lettera d intenti e presentato un nuova delibera oltre i termini stabiliti dal regolamento. Anche se fattivamente sia la nuova proposta che gli emendamenti proposti dall'opposizione andavano nella stessa direzione, l'accettazione di una delibera presentata oltre i termini avrebbe portato a un mancato rispetto del regolamento. Quello quello che ci chiediamo adesso è, tutte quelle belle parole sul non importa da dove vengono le idee purché siano buone dove sono andate a finire? E sopratutto se era così importante perché la prima proposta d delibera non conteneva già l'importo decurtato?

Luca Mazzotta e Sara Andreazzoli M5S

Torna su
RiminiToday è in caricamento