menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sarti (M5S): "Occorre alzare la guardia, territorio bersaglio mafie"

L'onorevole pentastellato interviene sull'operazione Dirty cleaning della Finanza che ha sequestrato un'azienda riminese

L'operazione della Guardia di Finanza denominata Dirty cleaning è a salvaguardia della salute dei cittadini e delle imprese oneste. Dobbiamo essere grati alle Fiamme gialle di Rimini e al sostituto procuratore Paola Bonetti che hanno chiesto e ottenuto dal Gip il sequestro preventivo di una impresa di sanificazione anti-COVID,  mettendo così in sicurezza le attività che si affidavano ai loro servizi. L’impresa è riconducibile a Salvatore Emolo, già colpito dalla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale” - ad affermarlo è la deputata Giulia Sarti, da sempre in prima linea contro la criminalità organizzata, la quale ricorda anche che - “Occorre alzare la guardia: il nostro territorio è un obiettivo della criminalità, anche di quella più aggressiva” – sottolinea ulteriormente la Deputata Riminese del MoVimento 5 Stelle - “La frequenza di arresti ed operazioni delle forze di polizia in quest’area,  da un lato rappresenta il risultato di attenzione e grande professionalità delle forze dell’ordine e della magistratura, al quale, voglio sottolineare, dobbiamo sempre garantire il massimo supporto e massima attenzione alle esigenze,  dall’altro però è anche segnale di una attività criminale che sta aumentando oltre modo”

E’ di ieri la notizia che la Dda di Catanzaro e il procuratore della Repubblica Nicola Gratteri, hanno scoperto che dietro la nascita di Farmaeko, catena di farmacie e parafarmacie nata in Calabria nel 2016 e sbarcate anche con una sede a Cesena, c’erano i soldi della sanguinosa famiglia Grande Aracri di Cutro, il cui boss, Nicolino è da tempo al centro della gran parte delle vicende di ’Ndrangheta venute a galla in Emilia-Romagna con il processo Aemilia. Conclude l’onorevole Sarti: “Gli strumenti, i mezzi, le azioni e le persone con cui queste ignobili organizzazioni mafiose attaccano la comunità, cambiano, si trasformano e si adattano di continuo.  In questi anni in cui ho lavorato su tutto il territorio Italiano, senza mai fermarmi, sono stata impegnata quotidianamente nel contrasto al malaffare e alle mafie, maturando una importante esperienza e consapevolezza di quanto sia pericoloso non tenere la guardia alta. Stare al fianco delle istituzioni e sostenere le forze dell’ordine sempre, ma soprattutto dimostrare  vicinanza a chi è in prima linea in momenti complessi e di crisi come quello che stiamo attraversando”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ristrutturare

Come trasformare una finestra in un balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento