Scontro sulle scuole, la maggioranza a Riccione attacca la Provincia

Botta e risposta dai palazzi con Santi che garantisce: "Per il 14 settembre tutti gli istituti saranno a norma"

E' scontro tra la maggioranza in consiglio comunale a Riccione e la Provincia di Rimini sul tema delle scuole che, per il 14 settembre al suono della prima campanella, dovranno essere operative secondo nel norme anti-covid. A lanciare il primo sasso sono i capigruppo Fabrizio Pullè (NOI Riccionesi), Sara Majolino (Lista Civica Renata Tosi), Andrea Bedina (Lega) e Pier Giorgio Ricci (Forza Italia) che in una nota stampa hanno ricordato come "mancano sole tre settimane alla ripresa dell’anno scolastico. Come tutti sapete, mentre gli edifici delle scuole elementari e delle scuole medie sono di competenza del Comune (e se ne occupa direttamente il Comune), quelli delle scuole superiori sono di competenza della Provincia, e se ne occupa, o dovrebbe occuparsene, la Provincia. Ieri mattina, in ragione dei gravi ritardi sulle modifiche da approntare per l’alberghiero “Savioli" di Riccione in ragione delle problematiche connesse all’emergenza Covid-19, lo stesso Istituto ha indetto una riunione, a cui il Comune di Riccione ha presenziato per manifestare l’interesse al problema e la vicinanza ai ragazzi; purtroppo la Provincia di Rimini, proprietaria dei plessi scolastici e delegata a risolvere tali problematiche, non solo non ha elaborato soluzioni, ma non si è nemmeno presentata alla riunione. Abbiamo ragazzi che voglio riappropriarsi, finalmente, dopo mesi, degli spazi scolastici a loro dedicati, e la Provincia cosa fa?? Nemmeno partecipa alle riunioni. Viene proprio da pensare che il disinteresse per gli studenti delle scuole superiori, in Provincia, regni sovrano".
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A stretto giro di posta è arrivata la replica del presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santi, che sul presuto ritardo al "Savioli" ha dichiarato che "Come abbiamo detto in tutte le sedi, e come sanno benissimo tutti i dirigenti scolastici riuniti in Conferenza dei servizi, tutte le scuole della Provincia (comprese quelle del polo riccionese) saranno pronte e in sicurezza per la riapertura del 14 settembre, senza alcun ritardo. Peraltro, i livelli tecnici provinciali e scolastici di competenza sono in continuo contatto. Difficile per loro ricavare uno spazietto per la solita polemica politica, ma del resto la maggioranza riccionese ne fa una ragione di vita e non desiste. Dispiace che questo avvenga proprio nel momento in cui la Provincia sta puntando gli occhi sul polo riccionese con una idea concreta di ulteriore espansione e qualificazione.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento