Sfregiata la targa in memoria dell’ispettore Raciti, il ‘caso’ approda in Parlamento

A sottoporlo all’attenzione del Ministro Minniti è l’onorevole della Lega Elena Raffaelli: “Gesto vile che lede l’immagine dello Stato”

È già la seconda volta che la stele, realizzata nel 2016 per volontà dell’Amministrazione comunale presso l’arena della Rocca di Montefiore Conca, viene presa di mira e distrutta da vandali senza scrupoli che nel compiere questo vile gesto hanno nuovamente calpestato e offeso la memoria dell’agente Raciti, vittima nel 2007 della violenza negli stadi e medaglia d’oro al valor Civile” – a dirlo è l’Onorevole Elena Raffaelli, deputata del Carroccio e prima firmataria di un interrogazione, avente carattere di urgenza, indirizzata al Ministro dell’Interno Minniti e depositata in mattinata. “Riteniamo che fatti come questi non vadano sottostimanti” – chiosa la Raffaelli – “la memoria e le gesta dell’ispettore capo di Polizia Filippo Raciti vanno tutelate con ogni mezzo a nostra disposizione.” Per questo motivo, si legge nell’interrogazione, “ho chiesto al Ministro Minniti come intende agire per scongiurare il ripetersi di simili gravi episodi che ledono l’immagine dello Stato e fomentano il clima di odio politico e violenza contro le Forze dell’Ordine e se non ritiene opportuno contribuire alla ricostruzione della targa e alla sua ricollocazione ai piedi della Rocca”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento