Sicurezza, Galli (Lega) ironizza: "Il Pd sotto elezioni scopre che esiste la criminalità a Rimini"

Il segretario provinciale della Lega Nord, Bruno Galli attacca frontalmente il primo cittadino di Rimini e la sua giunta, colpevole di aver lasciato l’intero territorio in balia del crimine e dell’insicurezza.

"Il Pd sotto elezioni scopre la sicurezza e da percezione diventa un fatto chiaro e sotto gli occhi di tutti. Nonostante gli ottimi risultati ottenuti dalla Polizia Municipale con l’operazione “Kebab2” la Lega Nord rimane scettica, anzi critica, nei confronti del sindaco Andreea Gnassi a cui va il merito di aver scoperto “l’acqua calda”". Il segretario provinciale della Lega Nord, Bruno Galli attacca frontalmente il primo cittadino di Rimini e la sua giunta, colpevole di aver lasciato l’intero territorio in balia del crimine e dell’insicurezza.

“Il sindaco ha scoperto, ovviamente con colpevole ritardo, che esiste anche la sicurezza - afferma -. Di recente segnalo lo spot, perché di spot si parla, contro i parcheggiatori abusivi a cui si somma l’operazione di polizia del 9 febbraio scorso. La Municipale ha scoperto un vasto giro di traffico nel centro storico e addirittura ha visitato edifici abbandonati e il campo nomadi di via Islanda per stanare i pusher. Chi l’avrebbe mai detto! Si è trattato proprio di un’operazione certosina: a Gnassi sono serviti addirittura quattro anni e mezzo di mandato per metterla in piedi e scoprire  che in via Islanda ci potesse essere del materiale del genere”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Come sindaco della città abbiamo un ottimo 'pr', bravissimo ad apparire e organizzare eventi ludici (anche se a dire il vero a volte risultano di dubbio gusto), a tagliare nastri in pompa magna. Tra qualche mese si vota ed evidentemente il sondaggio, autocommissionato, che dava Gnassi al 50% comincia a scricchiolare. Caro Gnassi - ironizza il segretario provinciale del Carroccio - quando toccherà a noi e ci sarà da organizzare qualche festa, avremo l’umiltà di chiederle un parere, faccia altrettanto con noi quando si parla di sicurezza, la sicurezza è una cosa seria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • La Guardia di finanza scopre una "furbetta" del reddito di cittadinanza: denunciata una 60enne

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Il marchio Cocoricò torna sotto la piramide: ad acquistare il brand Enrico Galli

Torna su
RiminiToday è in caricamento