rotate-mobile
Politica Riccione

Sicurezza, Raffaelli incalza la neo sindaca: "Aspettiamo ancora i risultati, per adesso solo tanto fumo"

Elena Raffaelli (Lega) sul tema baby gang a Riccione: "Cara Angelini siamo ancora in attesa di fatti concreti, non è più il tempo degli slogan"

Riccione chiama Daniela Angelini sul tema sicurezza. "Serve l’esercito, si legge sulla stampa. Baby gang, bande criminali organizzate, spaccio, eccessi di ogni tipo che fanno presto a trasformarsi in degrado: questi fattori preoccupanti si stanno aggravando mentre il nuovo sindaco, che aveva puntato tutto sulla risoluzione immediata del problema sicurezza, non può che constatare il proprio personale fallimento. E’ infatti solo grazie all’ottimo questore di Rimini, Rosanna Lavezzaro, che ha inviato rinforzi in loco, se si è evitato che in questo fine settimana la situazione degenerasse”. Così in una nota la parlamentare Elena Raffaelli, responsabile provinciale della Lega di Rimini.

“Ricordo che mesi fa Angelini aveva lanciato un progetto sicurezza, da mettere subito in atto non appena fosse stata eletta, perché riccionesi e turisti si sentissero sicuri ogni volta che uscivano di casa a qualunque ora. La realtà ha travolto le promesse fatte a tavolino e la fantomatica sorveglianza naturale profetizzata dalla candida Angelini. Aspettavamo i risultati promessi dal neo-sindaco e dall’assessore Oreste Capocasa, abbiamo ascoltato tante belle parole. Tutto fumo. Ma non ci meravigliamo. La sinistra non è strutturalmente e ideologicamente capace di affrontare il problema sicurezza a livello nazionale, figuriamoci a livello locale. Cara Angelini siamo ancora in attesa di fatti concreti, non è più il tempo degli slogan”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, Raffaelli incalza la neo sindaca: "Aspettiamo ancora i risultati, per adesso solo tanto fumo"

RiminiToday è in caricamento