rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Stop alle sale slot machine nei pressi di scuole e ospedali

I luoghi per il gioco d'azzardo dovranno essere a oltre 500 metri dalle strutture, i grillini: "Il ritardo decisionale è inaccettabile"

Entro metà giugno dovrebbe entrare in vigore in Emilia-Romagna il divieto dell'apertura delle sale slot a meno di 500 metri da luoghi sensibili come scuole e ospedali. La norma, che rende attuativo il provvedimento contenuto nel Testo unico della legalità approvato dalla Regione a ottobre. Lo fa sapere l'assessore regionale alla Sanità, Sergio Venturi, mercoledì in Assemblea legislativa. "I tempi si sono allungati - spiega Venturi in aula, in risposta all'interrogazione della capogruppo M5s, Raffaella Sensoli - per la necessità di contemperare le esigenze di tutela della salute dei singoli e della collettività, certamente di interesse preminente, con quelle della tutela della continuità occupazionale di chi lavora negli esercizi che saranno oggetto di delocalizzazione".

Inoltre, continua l'assessore, "si è dovuto provvedere a dettagliare con completezza le incombenze dei Comuni, che dovranno provvedere alla mappatura dei luoghi sensibili per i successivi interventi di chiusura" delle sale slot, con ordinanze ad hoc, "al fine di ridurre il più possibile il rischio di contenzioso". I 5 stelle, però, parlano di "ritardo vergognoso" da parte della Giunta, che "non vuole rispettare le volontà dell'Assemblea. Sono passati sette mesi dall'approvazione del Testo unico per la legalità - segnala Sensoli - è inaccettabile. E nel frattempo aprono nuove sale slot, anche vicino alle scuole, come a Rimini"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alle sale slot machine nei pressi di scuole e ospedali

RiminiToday è in caricamento