Politica

Summer Pride, Riccione non concede il patrocinio. Arcigay attacca Tosi

Marco Tonti, presidente di Rimini Summer Pride e presidente di Arcigay provinciale di Rimini, attacca il primo cittadino della Perla Verde

Il sindaco di Riccione, Renata Tosi, ha comunicato martedì pomeriggio l'indisponibilità dell'amministrazione comunale a concedere il patrocinio al Summer Pride, in programma il 29 luglio a Rimini. Marco Tonti, presidente di Rimini Summer Pride e presidente di Arcigay provinciale di Rimini, attacca il primo cittadino della Perla Verde: "Tosi, rinnovata sindaca di Riccione, mostra come di rinnovato non ci sia proprio niente nel suo atteggiamento a disillusione di chi ci aveva creduto. Si trincera dietro motivi pretestuosi evitando accuratamente di dire qualsiasi cosa sulla sostanza delle cose".

"Scopriamo così oggi che la risposta a una delle famose cinque domande alle quali da candidata si rifiutò di rispondere ("darà il patrocinio al Summer Pride?") sarebbe stata "assolutamente no" - attacca Tonti -. Avere vinto le elezioni grazie al Popolo della famiglia rende questo micropartito oscurantista catto-talebano l'ago della bilancia che condizionerà ogni singola decisione di Renata Tosi, anche quando queste andranno contro l'interesse della città come in questo caso. E l'interesse è chiaro vista l'ampia e positiva risposta di quasi tutti gli altri comuni della Riviera romagnola e le prospettiva del tavolo regionale sul turismo Lgtb".

"Una Riccione che respinge con tanta autoritaria solerzia un'iniziativa positiva e gioiosa come il Summer Pride è una Riccione che sconfessa la sua tradizione ormai secolare di apertura, di colore, di modernità e di rispetto - conclude Tonti -. Da una delle capitali europea del turismo gay a città grigia, chiusa e schiava dei partiti omofobi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Summer Pride, Riccione non concede il patrocinio. Arcigay attacca Tosi

RiminiToday è in caricamento