rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Tagliaferri (Fdi) interroga giunta regionale per capire a cos’é dovuto il boom di microcriminalità a Bologna e Rimini

Dopo la pubblicazione della classifica de IlSole24Ore, l'esponente di Fratelli d'Italia vuole capire il fenomeno che si sta diffondendo sulla via Emilia

"Perché Bologna e Rimini sono ai primi posti della classifica de “Il Sole 24 Ore” come città che presentano i maggiori tassi di denunce per criminalità? Di chi la responsabilità di questa performance? A cosa o a chi si può attribuire la responsabilità del fallimento delle città dell’Emilia-Romagna sul tema sicurezza?" Sono i temi posti, in un’interrogazione, da Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che, citando quanto pubblicato oggi dal quotidiano economico, denuncia come “l’Indice di criminalità nelle province italiane confermi le criticità legate alla sicurezza nelle grandi aree metropolitane, tutte fra le prime 20 province della classifica. Bologna sale al secondo posto, seguita da Rimini, per denunce ogni 100mila abitanti. L’indice di Bologna, infatti, nei primi sei mesi del 2021, cresce del 3,4% rispetto all’analogo periodo del 2020, quando, però, la città era in lockdown”. Da qui la richiesta di una presa di posizione da parte della Giunta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliaferri (Fdi) interroga giunta regionale per capire a cos’é dovuto il boom di microcriminalità a Bologna e Rimini

RiminiToday è in caricamento