Tassa di soggiorno, il sindaco: "Pronti a discutere proposte concrete"

Mercoledì pomeriggio il sindaco Massimo Pironi ha incontrato nuovamente i rappresentanti delle Associazioni di categoria circa l’applicazione dell’IMU, Imposta municipale sugli immobili e dell’Imposta di soggiorno

Mercoledì pomeriggio il sindaco Massimo Pironi ha incontrato nuovamente i rappresentanti delle Associazioni di categoria circa l’applicazione dell’IMU, Imposta municipale sugli immobili e dell’Imposta di soggiorno in vista della predisposizione e approvazione del Bilancio d’esercizio 2012. Un primo incontro, sullo stessa tema, si è svolto lo scorso giovedì 5 gennaio.

In quell’occasione l’Amministrazione comunale ha informato i rappresentanti delle categorie economiche e dei sindacati delle proiezioni e simulazioni sul bilancio svolte su alcuni immobili: prime case, seconde case, attività economiche e hotel, al variare delle percentuali di applicazione dell’IMU.

Per l’Amministrazione comunale erano presenti anche il vice Sindaco Lanfranco Francolini, l’Assessore al bilancio Ilia Varo, l’asssessore al turismo Simone Gobbi, il dirigente alle finanze Emiliano Righetti, ilcCapo di Gabinetto Cristian Amatori. Presenti inoltre anche alcuni consiglieri comunali di maggioranza (Serafini PD, Bertuccioli SEL, Pallaoro PD).

Sentite le posizioni espresse nel corso dell'incontro dai rappresentanti delle categorie economiche, la Giunta comunale approverà, già nella seduta di giovedì il nuovo schema di Bilancio d’esercizio 2012, che dovrà essere discusso e approvato nella prossima seduta del Consiglio comunale.

L’incontro è stato introdotto dal Sindaco Massimo Pironi: “Non intendiamo neppure entrare nel merito della lettera che l’Associazione Albergatori ha inviato ai propri soci e alla stampa. Semplicemente non la prenderemo in considerazione. Non ci sembra il momento per fare barricate o per posizioni di tipo corporativo. Questo è invece il momento di costruire proposte utili per uscire dalla crisi. Che è anche la crisi di un modello turistico. Ce lo diciamo da anni. Ma se pensiamo di uscire dalla crisi in questo modo, allora siamo proprio fuori strada. E’ un approccio barbaro, quello di prendere di mira le persone”.

“Quanto al bilancio 2012, abbiamo fatto in primo luogo un lavoro sul risparmio, agendo sull’organizzazione interna, sul personale, sulla semplificazione e l’integrazione tra i settori – ha continuato il sindaco -. Dall’altro lato, in un quadro di pressione fiscale straordinaria e al limite del tollerabile, sia sulle imprese che sulle famiglie, abbiamo ricercato un punto di equità. Siamo l’unico comune, non solo in ambito provinciale, ad aver mantenuto l’IRPEF allo 0,2 per cento. Applicheremo l’IMU sulla prima casa al minimo di legge, lo 0,4 per mille. E anche così sappiamo che sarà pesante per le nostre famiglie. Tanto più che l’imposta sarà applicata su rendite catastali aumentate del 60 per cento, come anche per negozi e laboratori artigianali, mentre la rivalutazione catastale per gli alberghi si è fermata al 10 per cento”.

“Equità significa tenere conto di tutti gli elementi, nella consapevolezza che ci saranno sacrifici per tutti. Accogliere la proposta dell’Associazione Albergatori, che è di  portare al 9,6 per mille l’IMU su seconde case e altri fabbricati, pur di non introdurre l’imposta di soggiorno, avrebbe l’effetto di scaricare altro peso, oltre il limite del tollerabile, sulle imprese commerciali e artigianali, già duramente colpite”, ha proseguito il primo cittadino.

“In questo momento, più che inseguire polemiche di questo livello, preferiamo misurarci sui temi del rilancio turistico e dello sviluppo, ovviamente in chiave di sostenibilità ambientale – ha continuato -. Su questo campo siamo pronti a raccogliere la sfida. Questa Amministrazione è aperta e disponibile a discutere di proposte concrete, sia per quello che riguarda il comparto ricettivo che quello del commercio. La migliore risposta è nell’aprirsi, non nel chiudersi.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento