Collegamenti alta velocità, Arlotti al ministro Franceschini: "Italo fondamentale per la Riviera"

Il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti ha scritto al ministro dei Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini, per sollecitare politiche di promozione e co-marketing

Il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti ha scritto al ministro dei Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini, per sollecitare politiche di promozione e co-marketing che consentano di sostenere i servizi di trasporto ferroviario sulla tratta adriatica e di non fare scomparire i collegamenti ad alta veolcità offerti da Ntv, fondamentali per il turismo e l'economia dell'intera costa romagnola. "Da informazioni pervenute alla Provincia di Rimini, sta emergendo la possibilità che Ntv-Nuovo trasporto viaggiatori concentri dal prossimo anno il core business dei propri servizi di alta velocità sull'asse Milano-Bologna-Roma, lasciando quindi scoperta la tratta adriatica Milano-Rimini-Ancona cui il servizio Italo è stato attivato dal 15 dicembre scorso", esordisce Arlotti.

"Se tale ipotesi dovesse concretizzarsi, comporterebbe conseguenze estremamente negative per la mobilità nell'area interessata, ed in particolare per l'accessibilità della riviera riminese ed adriatica. Ricordo a questo proposito che il bacino di utenza turistica rappresentato dalla sola provincia di Rimini (dove si contano oltre 2.300 strutture ricettive) è di oltre 15 milioni di presenze totali - aggiunge il parlamentare riminese ad Arlotti -. Ancor più incomprensibile appare l'ipotesi alla luce dell'Expo che proprio nel 2015 si terrà a Milano richiamando milioni di visitatori. I collegamenti ad alta velocità fra la riviera riminese e Milano sono fondamentali nella prospettiva, per il nostro territorio, di poter ospitare un elevato numero di persone in occasione dell'Expo 2015".

"Per la riviera riminese il danno sarebbe dunque duplice e ingente, con la perdita di un numero considerevole di potenziali visitatori. Senza dimenticare che l'intero Paese ne verrebbe a perdere dal punto di vista della ricchezza dell'offerta di servizi di trasporto e della possibilità, per cittadini e turisti, di scegliere la proposta migliore fra gestori in concorrenza - continua Arlotti -. Ricordo inoltre che tra i sei miliardi di euro previsti dal Governo nella legge di stabilità sono stati stanziati 400 milioni di euro per la velocizzazione della tratta ferroviaria Bologna Lecce, propedeutica al potenziamento della linea dorsale adriatica in funzione del passaggio sia dell’alta velocità attraverso Freccia rossa di Trenitalia che Italo di Ntv".

Secondo il deputato riminese è quindi necesseria "che sia nell'interesse pubblico, da parte del Ministero del turismo, valutare la possibilità di attuare politiche di promozione e co-marketing che consentano di sostenere i servizi di trasporto ferroviario sulla tratta adriatica e di non fare scomparire così un servizio di alta velocità fondamentale per il turismo e l'economia dell'intera costa romagnola".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento