Tre nomi per il nuovo segretario comunale del Pd

Si apre ora la fase delle assemblee degli iscritti nei quattordici circoli Pd di Rimini, che si terranno tra il 26 marzo e il 16 aprile per l'elezione dei delegati

Si sono chiusi mercoledì mattina i termini di presentazione delle candidature per l'elezione del nuovo segretario comunale del Partito democratico di Rimini. Hanno raccolto il numero di sottoscrizioni richiesto dal regolamento deliberato dall'assemblea comunale del Pd, e risultano quindi candidati: Federico Berlini, 23 anni, segretario del circolo Pd Viserbella e Torre Pedrera; Edmund Kumaraku, 46 anni, presidente dell'associazione Agimi; Samuele Zerbini, 36 anni, consigliere comunale Pd a Rimini.

Si apre ora la fase delle assemblee degli iscritti nei quattordici circoli Pd di Rimini, che si terranno tra il 26 marzo e il 16 aprile per l'elezione dei delegati che si riuniranno per votare il nuovo segretario comunale. Il congresso comunale del Pd di Rimini per l'elezione del segretario è fissato al 20 aprile. Il numero di componenti elettivi dell'assemblea comunale garantirà la parità di genere e sarà determinato in base al numero di iscritti dei singoli circoli: un delegato ogni 25 iscritti o frazione di 13, con almeno due delegati (uomo e donna) per ogni circolo.

Componenti di diritto sono inoltre il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, il capogruppo in consiglio comunale Marco Agosta, gli assessori comunali Pd, i consiglieri comunali Pd, il presidente della Provincia di Rimini Stefano Vitali e i componenti della giunta provinciale e i consiglieri provinciali Pd residenti a Rimini, i parlamentari Pd eletti a Rimini, i consiglieri regionali Pd e i membri Pd della giunta regionale, i segretari di circolo di Rimini e di San Vito, una rappresentante della Conferenza permanente delle donne Pd e il coordinatore comunale dei Giovani democratici.

“Le assemblee nei circoli saranno occasione di confronto politico sui temi che riguardano la città, su cui il Partito democratico è impegnato nella sua azione, e sugli obiettivi di sviluppo del nostro territorio che guidano il mandato dell'amministrazione comunale riminese, condiviso e premiato dai cittadini – ricorda il segretario provinciale Emma Petitti -. I nostri punti di riferimento sono equità e coesione sociale, garanzia dei servizi, tutela ambientale, qualità urbana, innovazione, per operare scelte che promuovano la ripresa e il sostegno all'economia nel segno della legalità e della lotta all'evasione fiscale. Il percorso congressuale rimette decisamente al centro la politica e il confronto dialettico e costruttivo fra le proposte dei tre candidati sarà un'opportunità di crescita e arricchimento per tutto il partito”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento