L'ex ministro Tremonti a Riccione: "Ho impedito che l'Italia finisse come la Grecia"

"Per tre anni Monti sul Corriere della Sera ha scritto che io ho salvato l'Italia, che ho impedito all'Italia di diventare come la Grecia: almeno su questo sono d'accordo con lui". Lo ha detto l'ex ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, prima di presentare il suo nuovo Movimento '3L Lista Lavoro e Liberta'.

L’ex ministro Giulio Tremonti sceglie Riccione per il debutto in Romagna del suo nuovo movimento politico Movimento '3L Lista Lavoro e Liberta'. Domenica Mattina, il “numero due” del precedente governo Berlusconi, Giulio Tremonti  è intervenuto alla seconda giornata di confronto sul suo ultimo scritto che ha preso la forma di manifesto e che poi presenterà in giro per l'Italia, 'in vista di un surplus politico dell'aprile 2013', al Palazzo dei Congressi di Riccione.

Tremonti non si è sottratto alle domande di politica nazionale. Su Berlusconi ha detto: “Chiedetelo a lui: mi risulta che oggi sia in Russia. Chiamate in Russia, l'ex Unione Sovietica", Così, prima della presentazione del suo nuovo Movimento politico, l'ex ministro dell'Economia, Giulio Tremonti ha replicato ai giornalisti che gli chiedevano se avesse parlato con l'ex premier, Silvio Berlusconi, del suo nuovo Manifesto politico.

E ancora: “Per tre anni Monti sul Corriere della Sera ha scritto che io ho salvato l'Italia, che ho impedito all'Italia di diventare come la Grecia: almeno su questo sono d'accordo con lui". Lo ha detto l'ex ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, prima di presentare il suo nuovo Movimento '3L Lista Lavoro e Liberta'. Già ieri, in un seminario pomeridiano sempre a Riccione, Tremonti non aveva perso l'occasione per valutare non positivamente l'operato del governo tecnico presieduto da Mario Monti.

E ancora: “Non mi pare che i partiti che ci sono adesso siano così fantastici". Lo ha detto l'ex ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, prima di iniziare l'incontro di presentazione del suo nuovo. ''Se si guardano i programmi degli altri Movimenti e li si confronta con questo - ha aggiunto riferendosi ai fondamenti della sua lista - si vede che gli altri costruiscono un palazzo su un terreno che sta cedendo. Noi, invece, cerchiamo di partire dal terreno e da lì facciamo la casa. Se non mettiamo in sicurezza il debito pubblico - ha sottolineato - costruiamo sulla sabbia: prima bisogna mettere in sicurezza il debito pubblico e l'Italia e poi costruire, noi - ha concluso Tremonti - abbiamo deciso di partire dall'economia costruendo sul solido e non sulla sabbia con concretezza".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento