Politica

Turismo, ‘gemellaggi per le ferie' dei turisti del Nord Italia colpiti dal virus: proposta della Lega

A lanciare l’operazione ‘turismo dopo l’emergenza’, con l’idea del gemellaggio tra comuni romagnoli e realtà emiliane, lombarde, venete, piemontesi, umbre e così via, sono i parlamentari della Lega Jacopo Morrone e Elena Raffaelli

“La Romagna abbraccia i turisti di tutte le regioni e in particolare di quelle più colpite dall’emergenza sanitaria. L’obiettivo è accogliere con specifiche offerte particolarmente vantaggiose le famiglie e le persone che intendono trascorrere un periodo di relax nei centri turistici romagnoli, anche attraverso particolari ‘gemellaggi feriali’ tra nostri comuni e comuni di altre regioni”. A lanciare l’operazione ‘turismo dopo l’emergenza’, con l’idea del gemellaggio tra comuni romagnoli e realtà emiliane, lombarde, venete, piemontesi, umbre e così via, sono i parlamentari della Lega Jacopo Morrone e Elena Raffaelli, che chiedono ai sindaci dei comuni turistici di aderire a questa campagna gemellandosi con realtà locali extraregionali e predisponendo ‘pacchetti speciali’ ai turisti provenienti da quelle località.

“La Lega ha già presentato un piano di proposte nazionali e regionali per il rilancio dell’industria del turismo in Italia. Ma l’accoglienza è fatta anche di semplici gesti. La Romagna offre una gamma di ‘turismi’ davvero vasta, dal quello balneare a quello esperienziale, dal turismo culturale al termale e all’enogastronomico. Un mix che può essere vissuto come un importante momento di ripresa e rigenerazione. Se il governatore della Campania De Luca chiude la porta in faccia al turismo dal nord, la Romagna, al contrario, offre le sue bellezze a tutti i turisti garantendo sicurezza e servizi ineccepibili. Insieme potremo ripartire”.

 L’ assessore al Turismo Bruno Galli accoglie e rilancia l’invito ad una operazione di gemellaggio tra i comuni Romagnoli e quelli delle regioni del nord colpite dal coronavirus: “Bene hanno fatto i parlamentari della Lega Morrone e Raffaelli a lanciare l’invito ai sindaci delle località turistiche romagnole ad aderire alla campagna ‘turismo dopo l’emergenza’ che prevede il gemellaggio con uno o più comuni emiliani o di altre regioni fra le più colpite dal virus, proponendo offerte particolarmente vantaggiose ai turisti provenienti da quelle località. Come amministrazione ci attiveremo fin da subito per individuare e contattare alcuni comuni per proporre i nostri pacchetti, sui quali lavoreremo in accordo con tutti i portatori di interesse locali, associazioni di categoria. Crediamo di poter garantire una vacanza indimenticabile, in piena sicurezza, offrendo quel mix di esperienze che la Romagna può dare con la sua variegata gamma di ‘turismi’.

Il sindaco Giorgetti sottoscrive l’invito lanciato dalla Lega e aggiunge: “ questa operazione è necessaria non solo per ridare linfa alla nostra economia trainante che è il Turismo ma perché la Romagna e Bellaria Igea Marina hanno il cuore grande e sanno rialzarsi dalle proprie difficoltà guardando e aiutando sempre e comunque le comunità più colpite, tendendo loro una mano di amicizia e accoglienza”.


Galli conclude rilanciando che “La proposta è quindi accolta da tutta l’ amministrazione bellariese tant’è che il prossimo 27 aprile durante il consiglio comunale il gruppo Lega avanzerà un piano operativo e concreto, il tutto senza dimenticare che la priorità è il diritto alla salute, per questo puntiamo ad una  ripartenza economica e turistica che garantisca la sicurezza di tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, ‘gemellaggi per le ferie' dei turisti del Nord Italia colpiti dal virus: proposta della Lega

RiminiToday è in caricamento