Turismo, Petitti (Pd): "Investimenti in innovazione e qualificazione"

"L'obiettivo per noi è individuare le migliori soluzioni per salvaguardare le nostre imprese balneari promuovendo gli investimenti in innovazione e qualificazione, tenendo conto delle specificità dell’arenile"

"La mini-proroga di 5 anni introdotta in commissione Industria al senato riformulando l'emendamento al decreto sviluppo è un errore, perché non scioglie il nodo delle concessioni, anzi: blocca gli investimenti e non risolve i problemi delle imprese". E' quanto sottolinea il segretario provinciale del Pd riminese Emma Petitti, la quale ribadisce "che il Governo deve decidere se intende esercitare la delega prevista nella legge Comunitaria 2010 e concertare in tempi rapidi con la Commissione europea i termini ed i limiti di applicazione della Direttiva Bolkestein per le concessioni demaniali ad uso turistico-ricreativo".

"Se invece l'esecutivo intende lasciare il riordino della materia al prossimo governo, il Parlamento deve posticipare la scadenza della delega non oltre la fine del 2013, per dare la possibilità al futuro esecutivo di definire le nuove norme e consentire l'approvazione delle leggi regionali nel rispetto dei tempi - aggiunge Petitti -. L'obiettivo per noi è individuare le migliori soluzioni per salvaguardare le nostre imprese balneari promuovendo gli investimenti in innovazione e qualificazione, tenendo conto delle specificità dell’arenile sulla nostra riviera e della necessità di valorizzare le competenze e il lavoro svolto dagli imprenditori della spiaggia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento