Elezioni, 'modello Bologna': "Uniti si vince" si ''clona'' anche a Rimini

"La Lega ha la leadership in questa fase - precisa- ma non vogliamo una coalizione a trazione solo leghista"

"Uniti si vince" si ''clona'' anche a Rimini: la lista creata a Bologna dagli ex forzisti Daniele Carella Michele Facci e Lorenzo Tomassini in appoggio a Lucia Borgonzoni si presentera'' alle elezioni del 5 giugno nella citta'' della riviera ("Rimini nel cuore") a sostegno anche qui di un candidato della Lega, Marzio Pecci. La differenza? La' "Uniti si vince" ha vinto la scommessa di aggregare tutto il centrodestra. "Ormai siamo un franchising", scherzano i consiglieri bolognesi. A guidare l''operazione e'' Gennaro Mauro, capogruppo uscente del Pdl a Rimini.

"La Lega ha la leadership in questa fase - precisa- ma non vogliamo una coalizione a trazione solo leghista. Noi vogliamo raccogliere i voti di chi magari alle manifestazioni di Salvini non ci va, ma si sente comunque di centrodestra". Orgogliosi i bolognesi, che hanno ospitato i promotori di "Uniti si vince" romagnola a Palazzo D''Accursio. "Stiamo diventando il collante di quelle realta'' che vogliono vincere", dice Tomassini. "Questo e' il primo capitolo che vogliamo scrivere di un nuovo centrodestra".

A Rimini, racconta Facci, "hanno guardato con interesse al nostro tentativo coinvolgere quegli elettori del centrodestra che non vanno piu'' a votare. Ci hanno chiesto anche l''uso del nome ''Uniti si vince''. La' pero'' sono stati piu'' bravi di noi perche'' hanno imbarcato anche Forza Italia sul candidato unitario". Mauro, ex An, spiega: "Abbiamo voluto conservare fino in fondo il nome Pdl perche'' volevamo presentarci uniti alle elezioni. A Rimini c''e'' stato tanto tatticismo e noi abbiamo deciso per primi di convergere sul candidato della Lega Pecci, una scelta fatta poi anche Fratelli d''Italia e Forza Italia".

Tra l'altro a Rimini non c'e' il Movimento 5 stelle (le due liste presentate, in dissidio tra loro, non hanno ottenuto l'ok dello staff) "quindi siamo l'unica coalizione che puo' battere Andrea Gnassi al ballottaggio. Il sindaco uscente e' un pifferaio magico, bravo solo sui media, ma ha fallito sulla sicurezza, l''abusivismo commerciale e il decoro". Con "Uniti si vince" versione riminese c'è anche Claudio Di Lorenzo, ex consigliere provinciale e vicecoordinatore provinciale Pdl: "Puntiamo - dice - a raccogliere consenso tra quegli elettori che stavano a casa o che magari erano passati al Movimento 5 stelle".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento