rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica Pennabilli

Valmarecchia, attacchi dei lupi agli allevamenti: “Bonaccini e Caselli mantengano la parola data"

A rilanciare l’allarme sugli ingenti danni causati ad allevamenti di ovini e altre tipologie di animali da branchi di lupi nel comprensorio dell’alta Valmarecchia, è il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli

«La Regione dia risposte concrete ed immediate ad agricoltori ed allevatori che subiscono quotidianamente danni causati dalla fauna selvatica»- a rilanciare l’allarme sugli ingenti danni causati ad allevamenti di ovini e altre tipologie di animali da branchi di lupi nel comprensorio dell’alta Valmarecchia, è il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli, il quale ha presentato un’interrogazione all’Assemblea legislativa, per chiedere conto delle politiche di prevenzione e dei rimborsi attesi da allevatori ed agricoltori, dopo le ultime incursioni di lupi ed altra fauna selvatica a Sant’Agata, Pennabilli, Maiolo e in Valconca. Dove gli assalti dei predatori ai gregge della zona hanno provocato un autentico bollettino di guerra, con decine di ovini sgozzati.

«Sono ormai evidenti i danni provocati dalla fauna selvatica in Valmarecchia e in tutto il comprensorio riminese – spiega Pompignoli –. Di fronte a queste mattanze, l’impossibilità di vedersi quantificato e riconosciuto in tempi accettabili il danno subito, ha fatto sì che gli operatori si sentano inermi di fronte all’accaduto» Così, mentre il governatore Bonaccini ha annunciato, nei giorni scorsi, l’intenzione di modificare l’attuale normativa comunitaria, che prevede che le Regioni possano risarcire solo i danni provocati da fauna protetta, l’assessore Caselli ha mostrato tutta l’incertezza dell’esecutivo, che si ripercuote in una dilazione dei tempi.

«Per questo, chiediamo all’istituzione regionale con quali tempi e modi si intenda risarcire gli operatori, come quelli dell’Alta Valmarecchia, dove la loro presenza scongiura lo spopolamento dei territori. In tal senso – conclude Pompignoli – chiediamo alla Regione di riferire anche sui piani di intervento sperimentali, per la prevenzione degli attacchi dei lupi in Emilia-Romagna, per fare fronte ai problemi registrati soprattutto sul territorio riminese».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valmarecchia, attacchi dei lupi agli allevamenti: “Bonaccini e Caselli mantengano la parola data"

RiminiToday è in caricamento