Giovedì, 5 Agosto 2021
Politica

Violenza sulle donne, consegnata una donazione a favore di Rompi il silenzio onlus

Il consigliere regionale Pd Nadia Rossi: "Necessario garantire sostegno alle associazioni e ai centri antiviolenza"

Un ultimo atto di generosità, per aiutare chi è in difficoltà e chi presta il proprio tempo a servizio degli altri. Nel fine settimana alla Casa delle donne del Comune di Rimini il consulente finanziario di Brescia Roberto Ferrari ha consegnato al direttivo dell’associazione Rompi il silenzio onlus un assegno del valore di 16.152 euro, parte di un lascito che una signora lombarda gli ha affidato in qualità di esecutore testamentario. La donna, Grazia Cattaneo, scomparsa qualche mese fa, ha dato indicazione al consulente finanziario che l'ha seguita per oltre 25 anni di distribuire parte della sua eredità ad associazioni e realtà impegnate nel volontariato e nel mondo della beneficenza. Tra le sei iniziative a livello nazionale da lui individuate – tra cui Croce Rossa, i volontari Alpini, una Onlus attiva in Africa, oltre ad una ragazzina affetta da una grave malattia e che necessita di costosissime cure – c'è anche Rompi il silenzio, attiva da anni nel supporto alle donne vittima di violenza e abusi. 

“Personalmente sono orgogliosa di essere stata l'anello di congiunzione tra Ferrari e l'Associazione  – spiega il consigliere regionale Pd Nadia Rossi, che ha fatto da contatto tra il consulente finanziario e il centro antiviolenza provinciale - Oltre ad essere un bravo professionista, Ferrari ha molto a cuore il tema della violenza sulle donne ed è impegnato in prima persona, tenendo anche corsi di autodifesa. Per questo motivo, quando in qualità di esecutore testamentario ha dovuto scegliere alcuni progetti di beneficenza a cui destinare il lascito della signora Grazia, ha pensato di sostenere anche una realtà impegnata su questo fronte. Un fenomeno, quello della violenza di genere, che nelle sue diverse sfaccettature continua a riempire le cronache dei giornali nazionali internazionali e che ha colpito al cuore anche Rimini. Ferrari si è documentato sulla storia di 'Rompi il silenzio, ha potuto constatare l'impegno quotidiano dell'associazione, che ora gestisce quattro case rifugio oltre a prestare assistenza psicologica e materiale a decine di donne vittime di violenza e abusi e ha quindi deciso di aiutare il Centro. Queste risorse economiche saranno quindi fondamentali per coprire alcune delle tante spese e continuare a garantire le attività in cui l'Associazione è impegnata ogni giorno, compresa la formazione delle operatrici che vi prestano servizio. Mi auguro - conclude Rossi - che questo gesto di generosità serva a tenere alta l’attenzione sul lavoro prezioso e insostituibile dei centri antiviolenza, in particolare a meno di venti giorni dalla giornata internazionale contro la violenza sulle donne e della sesta edizione della camminata ‘E’ per te’ del 25 novembre, alla quale spero intervenga in massa la comunità riminese. Su questo tema però l'impegno deve essere vivo tutto l'anno”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sulle donne, consegnata una donazione a favore di Rompi il silenzio onlus

RiminiToday è in caricamento